rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca San Michele al Tagliamento

Tragedia al Giglio, madre coraggio si getta in acqua e salva il marito

Una 40enne di San Michele al Tagliamento si è buttata in acqua e ha trascinato il suo compagno, che non sapeva nuotare, verso la salvezza. Illesa anche una famiglia di Ca' Savio

Si sono messi in salvo in extremis mentre intorno a loro era il terrore totale. Uomini, donne e bambini a lottare contro il mare. Che voleva inghiottirli nella notte. In salvo i sessantanove veneti ospiti della nave Concordia che venerdì notte si è incagliata sulla scogliera dell'isola del Giglio. Una famiglia di Ca' Savio è stata separata per ritrovarsi solo dopo qualche ora sull'isola. Sani e salvi. Claudia De Rossi ha visto salire su una scialuppa e sparire nell'oscurità i suoi due figli e il marito Marco Pizziol. Durante quei concitati momenti ha perso di vista anche i suoi genitori, Ermenegildo De Rossi e Rita Costantini. Divisi dall'emergenza, alla fine della disavventura, infreddoliti e stremati, sull'isola sono stati uniti da una sola coperta. Per sei  persone.


MADRE CORAGGIO - Eva Gervaso, 40enne di San Michele al Tagliamento, quando si è sentita dire che la sua famiglia non avrebbe potuto salire sulla scialuppa di salvataggio si è impuntata a tal punto da fare in modo che almeno i suoi due figli venissero trasportati lontano da quell'inferno. Subito dopo ha fatto coraggio al marito 53enne, che non sapeva nuotare, e si è gettata in acqua. E l'ha portato in salvo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia al Giglio, madre coraggio si getta in acqua e salva il marito

VeneziaToday è in caricamento