Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Elettrocardiogramma a distanza: nuova ambulanza al pronto soccorso di Jesolo

Il mezzo di soccorso per le urgenze-emergenze del litorale con le più sofisticate apparecchiature. Doppi comandi e doppia batteria per funzionare anche in caso di anomalie

Il pronto soccorso di Jesolo ha in dotazione un nuovo mezzo di soccorso per le urgenze-emergenze del litorale. E' un ambulanza dotata delle più sofisticate apparecchiature medicali: impianto elettrico e comandi raddoppiati in modo che in caso di guasto tutti i dispositivi siano azionabili senza dover fermare il mezzo, elettrocardiogramma a distanza, ventilatore del tutto equiparabile a quelli in uso nei reparti di rianimazione.

_MG_5418-2

Il vano sanitario, concepito per fornire il massimo comfort a pazienti e operatori, riproduce una piccola sala rianimatoria. Il sistema di ventilazione "intelligente" è in grado di adattare il funzionamento ai fabbisogni del paziente anche quando vi sono cambi continui nel tempo del pattern respiratorio. Tale dispositivo può lavorare in autonomia sino a 8 ore senza essere connesso alla corrente, permettendo il trasporto del paziente anche nei soccorsi in ambienti climatici difficili (infatti è omologato anche per l'uso in elicottero).

Sul fronte sicurezza, l’ambulanza dispone di segnalazioni a led ad elevata intensità, vanta una scorta di ossigeno maggiorata (sino a 3 bombole da 7 litri e 2 da trasporto), un doppio sistema di batteria di cui una al gel che sostituisce quella convenzionale in caso di malfunzionamento, impedendo l'arresto del veicolo in caso di guasto. Un riscaldamento ausiliario elettrico mantiene in temperatura l'acqua del radiatore anche a motore spento permettendo l'immediata partenza del mezzo anche dopo soste prolungate e a basse temperature. Tutto l'allestimento è sagomato in modo che le superfici del veicolo siano facilmente sanificabili e atraumatiche.

“Questa ambulanza è un concentrato di tecnologia ed è a tutti gli effetti un’unità di rianimazione mobile, collegata costantemente all’unità coronarica ospedaliera – spiega il direttore generale dell’Ulss4, Carlo Bramezza – . Ciò significa che, in caso di infarto, l’elettrocardiogramma eseguito sul posto viene subito trasmesso al cardiologo in ospedale che valuta istantaneamente la gravità delle condizioni fisiche e quindi il da farsi. Questo mezzo - conclude il direttore generale – continua il processo di rinnovamento delle dotazioni dell’ospedale di Jesolo, si aumenta quindi la sicurezza per residenti, turisti e lavoratori stagionali, non solo di questa località”.

L’investimento per l’acquisto del mezzo è stato di 126 mila euro, apparecchiature medicali incluse. Con l’ultimo arrivo, il parco mezzi del pronto soccorso di Jesolo consiste in 4 ambulanze completamente attrezzate per la rianimazione a distanza.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elettrocardiogramma a distanza: nuova ambulanza al pronto soccorso di Jesolo

VeneziaToday è in caricamento