menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Camorra, l'ombra dei Casalesi anche in Veneto: perquisizioni a Portogruaro

L'accusa è di estorsione aggravata da metodi mafiosi. Le persone arrestate avrebbero minacciato imprenditori italiani e stranieri per favorire il clan dei casalesi

L’ombra della camorra su Trieste. È quanto emerso dai sette arreste eseguiti martedì mattina dalla Dia (Direzione investigativa antimagia) del capoluogo giuliano. Attualmente sono in corso numerose perquisizioni domiciliari, anche nel Veneziano, a Portogruaro, oltre che a Napoli, Milano, Modena, Padova, Treviso, Udine. L’attività operativa vede l’impiego di oltre 100 unità, nonché l’utilizzo di sofisticati strumenti di ricerca e localizzazione.

Estorsione con metodi mafiosi

Le ordinanze di custodia cautelare disposte dal GIP del Tribunale di Trieste riguardano sette persone accusate di estorsione aggravata dal metodo mafioso. Gli arrestati avrebbero costretto professionisti e imprenditori italiani e stranieri, attraverso minacce e intimidazioni a rinunciare a ingenti crediti. Le persone arrestate avrebbero utilizzato metodi mafiosi, si legge nella nota della Dia, «al fine di favorire gli interessi del clan camorristico dei casalesi».

La notizia completa su TriestePrima

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    L'annuncio di Zaia: «È ufficiale, il Veneto da lunedì in zona arancione»

  • Politica

    Affidato all'Europa il salvataggio delle dune degli Alberoni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento