menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Delitto di Chirignago: si continua a scavare nella vita dell'assassino, sopralluogo in casa

Polizia nell'appartamento di via Abruzzo martedì. Stefano Perale è accusato di duplice omicidio premeditato, indagini anche sul pc e sul telefonino. Lunedì cerimonia per Anastasia

Gli agenti della squadra mobile di nuovo sul luogo del delitto, l'appartamento di via Abruzzo a Chirignago in cui sabato 17 giugno sono stati uccisi Biagio Junior Buonomo e Anastasia Shakurova, incinta almeno da 4 mesi. I poliziotti vi si sono recati martedì mattina alla ricerca di ulteriori elementi che aiutino a ricostruire con accuratezza i contorni della vicenda: il sopralluogo è avvenuto nell'appartamento in cui abitava l'omicida, Stefano Perale, 50enne docente di inglese ora in carcere, che ha attirato le vittime in casa propria prima di ammazzarle. Avrebbe versato del narcotizzante nelle loro bevande, poi ha ucciso l'uomo a sprangate e soffocato la donna.

Le indagini, che si stanno concentrando anche sul pc e sul cellulare di Perale, servono a raccogliere il maggior numero di elementi per contestare all'assassino l'aggravante della premeditazione. Il 50enne al momento è recluso a Santa Maria Maggiore e le accuse nei suoi confronti sono pesantissime: duplice omicidio premeditato, con procurato aborto e altre ipotesi in ballo: vilipendio di cadavere o violenza sessuale, atti filmati e trovati nello smartphone di Perale.

Lunedì mattina si è svolta invece una cerimonia privata a Venezia per l'ultimo saluto ad Anastasia. I familiari della 30enne sono arrivati in mattinata con un volo diretto da Mosca a Venezia. Erano presenti una quindicina di persone in tutto, che hanno pregato per lei ascoltando le parole dell'arciprete Alexey Yastrebov, alla guida della parrocchia ortodossa di San Zan Degolà a Venezia. La funzione si è tenuta al cimitero di Mestre. Presenti la madre, il padre e le sorelle della ragazza, nonché il marito Davide, con il quale si era separata consensualmente da qualche tempo ed con cui erano in atto le pratiche per il divorzio. È stato proprio l'ex ad essersi messo in contatto con i familiari all'estero, per organizzare una cerimonia in ricordo della donna. "I familiari sono distrutti e ovviamente tristi - ha spiegato l'arciprete - questo è un mondo impazzito".

Alle 11 di martedì invece sono stati officiati i funerali con rito ortodosso nella chiesa del cimitero di Sant'Arpino, nel Casertano, paese di cui era originario il fidanzato Biagio. Lì i due riposeranno insieme.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento