menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Paola Cabbia di Dolo morta travolta dalla propria auto sulla rampa di casa

La 67enne ha perso la vita per le gravi ferite. La tragedia alle 8.30 di stamattina in via Calcroci. La vittima si trovava davanti alla sua Citroen Picasso quando è stata investita

Il ghiaccio e forse il freno a mano non tirato. Tragedia stamattina in via Calcroci a Dolo, al civico 106, frazione di Sambruson. Paola Cabbia, 67 anni, residente in una villetta alla periferia del centro della Riviera del Brenta, è rimasta uccisa dopo essere stata investita dalla propria Citroen Picasso bianca sulla rampa del vialetto di casa. La vittima, verso le 8.30, aveva raggiunto il proprio garage, aveva aperto il basculante e aveva portato fuori l'auto. Lasciandola al culmine della rampa con il motore acceso e senza il freno a mano tirato. Dopodiché era andata a chiudere il portellone.

A un certo punto, però, la tragedia. L'auto, che si trovava in pendenza, ha iniziato la sua corsa incontrollata verso il garage dell'abitazione. La malcapitata quindi è stata presa alla sprovvista ed è finita sotto il veicolo, riportando gravi ferite da schiacciamento. Prima il veicolo l'ha sbattuta contro un muretto. La posizione in cui si trovava il corpo di Paola Cabbia lascia intendere che al momento dela tragedia si trovasse di spalle rispetto all'auto.

A dare l'allarme il figlio della vittima e un vicino di casa, accorsi subito dopo la tragedia. Per la donna però non c'era niente da fare. Non sarebbero state sentite urla o richieste d'aiuto. Vista la chiara dinamica dell'accaduto, il magistrato ha già disposto la restituzione della salma ai familiari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento