menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sposato con 2 donne contemporaneamente, chiesto il processo per bigamia

Un matrimonio in Italia tanti anni fa, un secondo in Thailandia nel 2010. Ma l'atto di divorzio per il primo non c'era ancora. Per 70enne di Mirano è stato chiesto il rinvio a giudizio

Sposato con due donne contemporaneamente, almeno sulla carta. È il guaio in cui si è cacciato un uomo di 70 anni di Mirano per cui il pubblico ministero ha chiesto il processo. Possibile che l'anziano non si sia neanche reso conto di aver commesso un illecito, ma questo sarà stabilito dalla legge. L'uomo - come riporta La Nuova Venezia - si era sposato una prima volta quando era molto giovane. Dopo trent'anni di matrimonio la coppia aveva scelto consensualmente la separazione, a inizio anni duemila. Alla decisione, però, non aveva fatto seguito l'atto formale del divorzio.

Passano gli anni e il signore si innamora di un'altra donna, una thailandese. I due decidono di sposarsi nella capitale Bangkok. È il 2010. Solo cinque anni più tardi, al momento della trascrizione del matrinomio all'anagrafe del Comune di residenza, qualcuno (ovvero l'impiegato dello stato civile) si accorge del fatto che in quel periodo l'anziano è stato sposato con due donne. Un comportamento vietato dalla legge. Scatta quindi la segnalazione alla procura della Repubblica di Venezia, che dà il via alle indagini del caso.

Ora la richiesta di rinvio a giudizio, ma sarà il giudice per l'udienza preliminare a stabilire se il procedimento ci sarà o meno. Gli avvocati chiederanno il proscioglimento sostenendo appunto che si sia trattato di un errore in buona fede.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Veneto ancora in zona arancione, Confcommercio: «Siamo sconcertati»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento