menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Twitter

Foto Twitter

Alle proteste in Comune si aggiungono quelle della Città metropolitana: "Tagli anche qui"

Iniziativa e presidio dei sindacati mercoledì. "Salari sempre più bassi, mentre per questi lavoratori continua a esserci una situazione di incertezza istituzionale"

Tagli in Comune, tagli anche alla Città metropolitana. Per i sindacati Luigi Brugnaro è un sindaco "fedele alla linea" e non si smentisce, mentre a rimetterci sono sempre i lavoratori. I dipendenti dell'ente di sono riuniti in assemblea mercoledì alle 10 dopo la rottura delle trattative sull’integrativo con conseguente proclamazione dello stato di agitazione del personale.

"Con decisioni pretestuose - spiegano Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, Diccap e Adl Cobas - il sindaco taglia il salario anche ai dipendenti della Citta Metropolitana di Venezia, altro ente di cui è a capo. Ci hanno presentato a dicembre la costituzione del fondo per l’anno 2016, costituzione che presenta tutti gli elementi per nuove decurtazioni economiche per i lavoratori. Ricordiamo che a causa dello sforamento del patto di stabilità del 2015 i dipendenti avevano già pagato con buste paga più leggere per tutto l'anno in corso".

"Abbiamo chiesto - aggiungono - di riportare i livelli del salario accessorio a quelli del 2014. Ma evidentemente il sindaco metropolitano ha preferito danneggiare ulteriormente i dipendenti di un ente che vive, sin dalla sua costituzione, in una situazione di incertezza istituzionale. Non escludiamo - concludono - la mobilitazione generale dei lavoratori se così decideranno in assemblea.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento