rotate-mobile
Cronaca Mirano

Fioccano i ricorsi al Tar per Veneto City, è il turno dell'Ascom di Mirano

La "mossa" è sostenuta anche da Confcommercio Veneto, contraria al polo commerciale a Dolo, Pianiga e Mirano. Quest'ultima, secondo i ricorrenti, "si era autoesclusa dall'accordo di programma"

Nuovo ricorso al Tar del Veneto, questa volta da parte della Confcommercio, contro il mega-polo del terziario 'Veneto City' che dovrebbe sorgere su un'area di 718mila metri quadrati nel veneziano. L'opposizione è stata presentata dall'Ascom Confcommercio di Mirano, uno dei tre comuni - con Dolo e Pianiga - interessati dall'operazione immobiliare. Il ricorso al Tar è sostenuto anche dal sistema della Confcommercio Veneto, da sempre contraria al progetto.

"In quel piano progetto - spiega il presidente dell'associazione commercianti, Ennio Gallo - sono state inserite aree del comune di Mirano, nonostante quest'ultimo non faccia parte dell'accordo di programma, perché si è autoescluso, tanto che su Veneto City pende anche il ricorso al Tar della stessa amministrazione comunale".


Alla base del nuovo ricorso, spiega l'Ascom di Mirano, vi è "la certezza di un impatto devastante sul territorio e l'annunciata compromissione del tessuto sociale ed economico del Miranese. E' inspiegabile, assurdo, che un intervento così impattante in un territorio tanto vasto non sia assoggettato alla Valutazione ambientale strategica". (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fioccano i ricorsi al Tar per Veneto City, è il turno dell'Ascom di Mirano

VeneziaToday è in caricamento