rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Scuole al via, bus a rischio caos. Actv: "Gli istituti non ci hanno dato una mano"

La municipalizzata, come negli anni scorsi, denuncia la mancanza di comunicazione tempestiva degli orari da parte delle dirigenze scolastiche e l'assenza di coordinamento tra i plessi

E' sempre più vicina la ripartenza dell'anno scolastico, il 13 settembre prossimo, e ciò comporta la messa a punto di una serie di altri servizi, primo fra tutti quello dei trasporti. In terraferma sono gli autobus Actv a garantire agli studenti il collegamento da casa agli istituti e viceversa. All'approssimarsi del suono della campanella però, sulla comunicazione fra scuole e municipalizzata regnerebbe il caos, secondo quanto riporta il Gazzettino.

"COMUNICAZIONE CARENTE"

La mancanza di un'indicazione precisa degli orari delle lezioni, specie per i primi giorni, potrebbe costare cara in termini di attesa dei mezzi del trasporto pubblico locale agli studenti. E Actv non avrebbe ottenuto aiuto dalle scuole, in modo da trovare la quadra degli orari. Le lectio brevis cambiano da istituto a istituto nelle prime settimane, e anche la frequenza al sabato non è uniforme tra Comuni. E le differenze si riverberano sulla gestione degli autobus cui Actv deve far fronte, come avrebbero lamentato i vertici azendali. Impossibile predisporre corse che vadano bene a Mira come a Mirano o Dolo, perché nonostante i ripetuti appelli rivolti alle scuole nel tempo, per ottenere una linea comune sugli orari delle lezioni, ad ogni ripresa delle lezioni si manifestano puntuali le solite difficoltà.

"NUOVO ANNO, STESSI PROBLEMI"

L'azienda chiede di avere un punto di riferimento unico per tutte le scuole, al fine di offrire un buon servizio con le poche risorse disponibili, magari attraverso la Città metropolitana. Ci sono studenti che non hanno la frequenza al sabato ma devono rientrare al pomeriggio e questo mette in crisi la circolazione dei mezzi Actv disponibili, come spiegano dalla dirigenza. Al momento le corse scolastiche urbane ed extraurbane previste ogni giorno, tra andata e ritorno, sono 315 e alcune arrivano fino a Piove di Sacco (Pd) e Mogliano Veneto (Tv). Vengono trasportati tra i 10 e i 12 mila studenti quotidianamente. A qualche giorno dalla rimessa in moto del sistema scolastico le problematiche sembrano essere quelle di sempre e come al solito si cercherà di farvi fronte come si può con gli aggiustamenti dell'ultima ora.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole al via, bus a rischio caos. Actv: "Gli istituti non ci hanno dato una mano"

VeneziaToday è in caricamento