Sistemato il riscaldamento del liceo a San Donà: era saltato per le carte buttate nei filtri

Ripristinato, comunica la Città metropolitana, l'impianto dell'istituto Montale nella sede dell’ex Cfp. Problema segnalato in mattinata. Lavori analoghi anche al Belli di Portogruaro

I tecnici della Engie, azienda incaricata di gestire gli impianti di riscaldamento delle scuole superiori di competenza della Città metropolitana, in seguito ad un'anomalia segnalata lunedì mattina al liceo Montale di San Donà Di Piave (sede ex Cfp), hanno comunicato di aver ripristinato il sistema. I tecnici hanno constatato che il circuito aveva parzialmente smesso di funzionare a causa, da una parte, della bassa pressione d'acqua, e, dall'altra, della ridotta capacità della pompa di prelevarla. Capito il guasto si è provveduto immediatamente alla sua sistemazione.

"Problemi legati ad incuria"

"Un ringraziamento - commenta il consigliere metropolitano delegato Saverio Centenaro - va a quanti, prontamente, si sono impegnati a far ripartire l'impianto. Al contempo però dispiace constatare che molte problematiche legate al funzionamento dell'impianto sarebbero scongiurate se si evitassero quegli atti poco civili che sono stati riscontrati, quali le rotture delle alette di protezione dei fan-coil e la quantità di cartacce e involucri ritrovati all'interno dei filtri. Questi sono beni pubblici e come tali devono essere rispettati: in quelle classi si formano gli uomini e le donne del domani ed è per questo che invito tutti voi studenti a riflettere sulle vostre azioni".

Verifiche anche martedì

Si è anche concordato con la scuola che, per un maggior efficientamento del sistema, sarebbe opportuno adottare alcune accortezze come il chiudere le porte delle aule al piano primo e moderare la temperatura della sala riunioni del piano terra, dove è installata la sonda che presto verrà spostata. Nella giornata di martedì, infine, i tecnici di Engie saranno presenti nella scuola per le doverose verifiche sul sistema.

Lavori conclusi al Belli di Portogruaro

Lezioni regolari già da lunedì mattina, invece, per le 12 aule dell’ala Weber del liceo Belli di Portogruaro. Si è registrata nella mattinata qualche sacca d’aria all’interno del nuovo circuito che la ditta incaricata ha prontamente provveduto a sfiatare per evitare ulteriori disagi all'attività scolastica. "Un sincero ringraziamento - commenta il sindaco di Portogruaro e consigliere metropolitano delegato ai Lavori pubblici, Maria Teresa Senatore - va agli operai che, con una settimana d'anticipo, hanno completato i lavori, al dirigente scolastico per la preziosa collaborazione, al personale scolastico ed agli studenti per la pazienza dimostrata. Ora stiamo procedendo con i lavori di completamento della nuova tubazione per riscaldare anche i tre corridoi: opere che verranno portare avanti durante l’assenza di attività didattiche al fine di limitare al minimo il disagio all'attività didattica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Dpcm, quando serve l'autocertificazione in Veneto: il modello ufficiale da scaricare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento