menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I giovani al Night and Day sabato sera (Facebook)

I giovani al Night and Day sabato sera (Facebook)

Alcol e risse, minorenni si rovinano da soli la festa in discoteca a Noale

Tre giovanissimi denunciati per essersi picchiati al "Night and Day". Cure mediche per almeno otto ragazzini. Una 14enne al limite del coma etilico

C'è chi ha alzato troppo il gomito. Chi invece al posto del gomito ha alzato le mani. Nottata movimentata quella tra sabato e domenica alla discoteca "Night and Day" di Noale. Lo storico locale del Miranese era stato infatti riaperto per una serata privata che ha attirato moltissimi giovani. Fatto sta che dopo la mezzanotte e mezza le richieste di soccorso hanno "attirato" anche i carabinieri della stazione locale e del nucleo radiomobile di Mestre. All'interno, infatti, per cause che ancora non sarebbero state chiarite del tutto, è scoppiata una rissa tra tre minorenni residenti nel Padovano. Tra il Piovese e l'hinterland del capoluogo euganeo.

Si tratta di giovanissimi tra i sedici e i diciassette anni che se le sarebbero date di santa ragione. Complice forse anche l'alcol. Il parapiglia, a più riprese, avrebbe coinvolto anche altre persone che si trovavano all'interno del locale. Ignare di ciò che di lì a poco sarebbe accaduto. Almeno otto ragazzi, infatti, un po' per lo shock, un po' per l'alcol, un po' per le contusioni subite si sarebbero rivolti alle cure di un'ambulanza presente nel parcheggio della discoteca. A bordo un medico e alcuni infermieri che si sono dovuti dare un gran da fare tra ferite al volto e alle braccia. Insomma, una gran confusione. Che gli organizzatori della serata (che ha fatto il pienone di gente) certo non potevano prevedere e su cui non avrebbero responsabilità di sorta.

I tre protagonisti della zuffa sono stati identificati e accompagnati nella caserma "Piave" di via Miranese a Mestre. Dov'è stata raccolta la loro versione dei fatti. Inevitabile per il gruppetto, che comunque non avrebbe fatto ricorso a cure mediche, una denuncia per rissa.

Al pronto soccorso invece è finita una ragazzina 14enne che ha esagerato con l'alcol. Troppi drink in troppo poco tempo. Finendo al limite del coma etilico. La minorenne, di corporatura minuta, come spesso accade ormai tra le giovani generazioni, potrebbe anche aver bevuto nel parcheggio del locale, o comunque prima di entrare nella festa. Per poi finire in condizioni tali da indurre responsabili e amici a chiamare il 118. La minorenne è rimasta in osservazione per un paio d'ore all'ospedale di Mirano, dopodiché è stata dimessa. Altri due giovani nella nottata si sarebbero rivolti alle cure sanitarie per gli effetti della sbornia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento