menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uno sguardo di sfida di troppo, maxi rissa tra giovani a San Donà

In sei se la prendono con un ragazzo alla stazione degli autobus e poi in vicolo Nuovo. Sul posto arrivano carabinieri e polizia municipale

Qualche sguardo di troppo, qualche parola pesante e dagli insulti si passa alle mani. Le indagini dei carabinieri sono ancora in corso, perché la vicenda ha ancora contorni incerti, fatto sta che verso le 15 di mercoledì alla stazione degli autobus di San Donà è scattata una rissa che ha fatto molto "rumore" in città.

Un gruppetto di sei giovani di origini magrebine (alcuni dei quali fuggiti dopo l'arrivo delle forze dell'ordine) se la sono presa con un ragazzo di origini napoletane. I motivi sarebbero piuttosto futili, ma la scintilla della violenza è esplosa in pochi istanti. Come spesso accade nelle dinamiche di gruppo. "Ho visto poco meno di dieci ragazzi correre tutti in direzione di vicolo Nuovo - racconta un testimone - ho visto che si picchiavano. Erano a circa cento metri da me. Erano giovani di sicuro, forse anche alcuni studenti".

Insomma, qualche colpo proibito è volato. Soprattutto nei confronti del giovane campano, raggiunto da delle sberle e forse anche da un pugno. Le forze in campo naturalmente erano soverchianti, ma subito dopo sono arrivate almeno due pattuglie dei carabinieri, con in ausilio anche un'auto della polizia municipale. All'arrivo sulla scena delle forze dell'ordine, naturalmente, è scattato il fuggi fuggi generale. La vittima dell'aggressione è poi stata portata in caserma (per lui comunque traumi lievi, tanto che non avrebbe richiesto le cure mediche) come persona informata sui fatti.

Nella serata di mercoledì avrebbe quindi formalizzato denuncia su quanto accaduto. Una versione dei fatti che parrebbe non combaciare con quanti dichiarano (specie sui social network) di aver visto spuntare una spranga e un tagliacarte puntato alla gola della vittima. Nell'immediato non sarebbe stata sequestrata nessuna arma nel luogo della rissa. E non sarebbe stata trovata nemmeno in un secondo momento. Fatto sta che gli accertamenti dei militari continuano, e non è escluso che possano esserci sviluppi nelle prossime ore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ufficiali i nuovi colori: il Veneto resta arancione

  • Mestre

    "Il Mummia" torna a Mestre e finisce in carcere

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento