Cronaca

Una rosa a chi lavora nella festa del primo maggio

Iniziativa degli studenti e dei sindacati dedicata a chi oggi non festeggia

Ritorna, con il primo maggio, l'iniziativa che «porta la festa dove non c’è»: gli studenti hanno regalato una rosa a chi oggi è di turno in supermercati, negozi e bar e quindi non può festeggiare nel giorno dedicato ai lavoratori. «Un gesto di solidarietà - hanno spiegato - per riappropriarsi della Festa del Lavoro e affermare che il nostro tempo vale più di ogni profitto». L'iniziativa si è svolta in mattinata non solo a Venezia e Mestre, ma anche in altre città del Veneto.

È stata l'occasione per tornare sul tema della liberalizzazione delle aperture dei negozi: «Che fine ha fatto - chiedono i promotori - la proposta di legge per regolare (e limitare) le aperture nei giorni festivi?». L'iniziativa "Pane e rose: Primo Maggio per tutte e tutti" è nata nel 2017 ed è promossa dalle associazioni Rete degli Studenti Medi Veneto, Associazione Fornaci Rosse, Binario 1,  Studenti Per Udu Padova, UDU Venezia e UDU Verona, con il sostegno di Filcams Cgil Veneto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una rosa a chi lavora nella festa del primo maggio

VeneziaToday è in caricamento