menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una rosa a tutti dagli islamici a Mestre e Venezia: "Sono i nostri auguri di pace"

I volontari della comunità islamica hanno consegnato un migliaio di fiori in piazza Ferretto e davanti alla stazione di Santa Lucia: "Contrastiamo così l'odio che generano certe notizie"

Un'iniziativa organizzata da tempo che acquisisce ancora più significato in questi giorni in cui si è tornati a parlare di terrorismo islamico e di morte. Temi da cui la comunità musulmana di Venezia ha sempre preso le distanze, con le parole e anche con i gesti. Sabato mattina, alla vigilia di Natale, alcuni volontari si sono presentati sia in piazza Ferretto a Mestre, sia nel piazzale antistante la stazione ferroviaria di Santa Lucia, regalando ai passanti alcune rose. "Sono fiori di colori diversi - spiega Mohamed Amin Al Ahdab, presidente della comunità islamica di Venezia - a simboleggiare che possiamo essere tutti di colori differenti o magari di profumi differenti, ma comunque rimaniamo un bel 'creato'. Non siamo uguali, ma possiamo volerci tutti bene l'un l'altro".

I passanti che si sono visti regalare di punto in bianco la rosa sono stati piacevolmente sorpresi, cogliendo al volo il messaggio di pace e di fratellanza. Altri, specie a Venezia, hanno evitato. Forse perché pensavano a venditori abusivi. I volontari davanti a Santa Lucia, tra cui una ragazza albanese, due giovani giordane e un cittadino marocchino (oltre a una veneziana convertita) erano dispensatori di pace. Attaccati ai fiori un semplice "Auguri", con la traduzione in arabo Eid Mubarak.

"Sia a Mestre che a Venezia abbiamo cercato il contatto umano - sottolinea Amin Al Ahdab - è un'idea che avevamo programmato da tempo, prima dell'attentato di Berlino. Come segno di rispetto e vicinanza reciproca. Abbiamo predisposto un migliaio di rose e vogliamo fare gli auguri a tutti i nostri fratelli cristiani. E' un gesto - conclude - per contrastare tutto l'odio che le notizie di questi mesi hanno generato". In tanti tra laguna e terraferma si sono fermati per ascoltare le storie di chi gli stava regalando il fiore, accogliendo di buon grado il significato e il messaggio del gesto della comunità islamica.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento