Colto da malore mentre gioca a bocce: si precipitano i bagnini con defibrillatore, salvato

Un 74enne è stato soccorso sulla spiaggia giovedì pomeriggio, poi portato via in ambulanza. Le scariche elettriche (9 in totale) hanno permesso al cuore di tornare a battere

Il pronto intervento dei bagnini di salvataggio, l’utilizzo del defibrillatore, il ricovero in ospedale in tempi brevissimi, sono gli elementi che giovedì hanno permesso di salvare una vita: quella di un trevigiano di 74 anni, il quale si trovava in vacanza a Bibione con i familiari.

Crollo improvviso

L’allarme è scattato nel tardo pomeriggio. L’anziano stava giocando a bocce in spiaggia, all’altezza di via Mascagni a Lido del Sole, quando all’improvviso è crollato a terra. Le persone che stavano condividendo con lui il momento di svago hanno lanciato l’allarme, attirando l’attenzione dei bagnini di salvataggio della Bibione Spiaggia, i quali si sono subito resi conto di essere di fronte ad un problema cardiaco. A quel punto hanno avviato la rianimazione cardiopolmonare ed azionato il defibrillatore in dotazione, erogando due scariche elettriche, in attesa dell’arrivo dell’ambulanza partita dal punto di primo intervento di Bibione.

In ospedale

Sul posto il personale del PPI ha continuato a tentare la rianimazione del trevigiano impiegando il proprio defibrillatore, tanto che anche durante il trasporto in ospedale le operazioni sono proseguite senza sosta con altre 7 scariche elettriche. Alla fine il cuore del 74enne si è rimesso in moto, e l'anziano è stato ricoverato nel reparto di terapia intensiva cardiologica a San Donà.

"Il lavoro di squadra ha funzionato"

"La catena dell’emergenza ha funzionato alla perfezione grazie a protocolli collaudati e la buona preparazione del personale coinvolto in questo intervento – spiega il primario del PPI di Bibione, dottor Franco Laterza – Dai bagnini in spiaggia al personale del soccorso sino ad arrivare a quello ospedaliero, ciascuno ha svolto il proprio compito alla perfezione. La persona è tutt’ora ricoverata in terapia intensiva cardiologica ed è in buone condizioni fisiche; questo gratifica il nostro lavoro e quello del personale addetto al salvataggio, svolto ogni giorno sul litorale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

  • Bozza del nuovo Dpcm: stretta sui bar, punto su visite e scuola

Torna su
VeneziaToday è in caricamento