A Sant'Erasmo continuerà ad esserci un medico di famiglia: è la dottoressa Maayan

È stata presentata la scorsa settimana nell'isola, alla presenza di una rappresentativa di 200 cittadini. Prende il testimone lasciato dal dottor Rodolfo Pesce

La presentazione del nuovo medico di famiglia

Nelle scorse settimane, la notizia della conclusione delle attività a Sant'Erasmo dello storico medico Rodolfo Pesce ha generato molta preoccupazione tra gli abitanti, che si sono rivolti immediatamente all'amministrazione comunale e all'Ulss 3 per ottenere delle garanzie. Nonostante la carenza di personale e la difficoltà ad individuare candidati per ricoprire i posti vacanti in luoghi periferici della città, Comune e azienda sanitaria sono riusciti ad individuare un nuovo medico di famiglia per l'isola, la dottoressa Hening Maayan, che raccoglierà il testimone lasciato dal dottor Pesce. Il nuovo medico è stato presentato alla comunità lo scorso 14 novembre, alla presenza dell'assessore alla Coesione sociale Simone Venturini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un lieto fine non scontato

«Questo lieto fine non era affatto scontato - ha sottolineato Venturini - vista la grande emergenza rappresentata dalla carenza di medici che il nostro Paese sta attraversando. Un'emergenza che rende sempre più difficile per le amministrazioni civiche e le aziende sanitarie individuare nuovi professionisti in caso di pensionamento o trasferimento dei medici di famiglia. Anche per Sant'Erasmo, come già fatto in altre occasioni per Dese, Malcontenta o Ca' Sabbioni, ci siamo subito attivati in sinergia con l'Ulss 3 Serenissima, che ringrazio, per individuare una veloce soluzione». Gli ha fatto eco il direttore generale dell'Ulss 3 Giuseppe Dal Ben: «I problemi complessi si risolvono, come avvenuto in questo caso - ha sottolineato - con la collaborazione tra enti e cittadini, più e meglio che con le contrapposizioni. Là dove incontra la disponibilità della cittadinanza, l'Ulss 3 dimostra di saper mettere in campo dedizione ed impegno, fino a raggiungere il miglior risultato possibile per la tutela della salute della cittadinanza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'auto finisce fuori strada: morto 22enne di Noventa di Piave, due feriti gravi

  • "Duri i banchi": origine e significato di questo modo di dire tutto veneziano

  • Nuove restrizioni “leggere” in Veneto: ordinanza all’orizzonte

  • Blitz della polizia al centro sociale Rivolta di Marghera

  • Tamponamento e incendio in autostrada A4: tratto chiuso e code

  • Coronavirus, i numeri di oggi in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento