Cronaca

«Episodi spiacevoli», vertice in Comune a Jesolo per l'ordine pubblico

Il sindaco Valerio Zoggia incontra giovedì le associazioni di categoria dopo gli atti vandalici di alcuni gruppi di ragazzi alticci che hanno disturbato la quiete pubblica nei fine settimana precedenti. Varata intanto una Ztl serale ridotta tra il 2 e il 6 giugno

Spiaggia a Jesolo di sera, foto di archivio

Qualche bicchiere di troppo in compagnia e la serata in spiaggia con aperitivo per alcuni gruppi di giovani giunti a Jesolo si trasforma in atti vandalici e disturbo alla quiete pubblica. È accaduto nei fine settimana scorsi. Nonostante l'occhio vigile della polizia locale, i controlli e le sanzioni, specie per inosservanza del coprifuoco delle 23, specie il sabato sera i fatti si ripetono, e in vista dell'entrata in zona bianca il 7 giugno la città non sa cosa aspettarsi, memore delle risse degli anni precedenti durante la movida. Il sindaco Valerio Zoggia qualche giorno fa ha dichiarato di voler chiedere l'appoggio di questura e prefettura per prevenire e gestire questi episodi, pesanti da controllare lungo 15 chilometri di spiaggia. Nelle sere tra sabato e domenica puntuali compaiono i video di gesti maleducati, sedie rovesciate per strade, e le testimonianze di persone offese o denigrate.

I precedenti

«Lo scorso fine settimana Jesolo ha visto alcuni episodi spiacevoli che hanno avuto come protagonisti giovani e giovanissimi che hanno richiesto il deciso intervento delle forze dell’ordine per essere risolte. Tuttavia, il fatto che questi episodi si siano verificati quando la stagione di fatto deve ancora entrare nel vivo ci preoccupa molto e le nostre preoccupazioni sono condivise anche da diversi operatori e categorie - dichiara il sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia -. Le restrizioni imposte per il contenimento della pandemia non possono essere giustificazione all’atteggiamento irrispettoso che gruppi di giovani hanno avuto nei confronti della città, di chi con fatica sta cercando di lavorare sperando in un ritorno alla normalità, dei cittadini e degli ospiti che pretendono tranquillità. Questi comportamenti vanno stroncati sul nascere ed è nostra intenzione, attraverso il dialogo con le categorie, avere un quadro il più ampio possibile per poter approntare misure e avanzare richieste a tutela della collettività. Jesolo non intende essere ostaggio di chi crede questa città sia un paese dei balocchi dove le regole non esistono e Jesolo non vuole questo tipo di persone».

In programma per giovedì 3 giugno l’incontro tra l’amministrazione comunale e le principali associazioni di categoria per affrontare il tema dell’ordine pubblico e della sicurezza, mentre Jesolo in questi giorni vede la festività del 2 giugno e del weekend lungo del 3-6 giugno e un previsto alto afflusso di visitatori nella località. Il primo cittadino intende coinvolgere attivamente gli operatori turistici della località raccogliendo le istanze e i punti di vista e rafforzare al contempo un sistema di corresponsabilità e compartecipazione. Un dialogo che consentirà poi all’amministrazione di programmare eventuali misure e formulare precise richieste nei confronti delle altre autorità a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica.

La Ztl 

In fase di predisposizione l’ordinanza per istituire la Zona a traffico limitato Ztl lungo via Bafile e le sue prosecuzioni. Sarà in vigore per il periodo dal 2 al 6 giugno, con orario dalle 19 alle 23 per garantire la sicurezza di ospiti e visitatori previsti per i prossimi giorni. Grande afflusso di turisti, molti pendolari ma anche i primi stanziali hanno cominciato a riempire Jesolo lo scorso fine settimana e le previsioni di nuovi arrivi per la festività del 2 giugno e il prossimo weekend hanno portato l’amministrazione a decidere per l’adozione di un provvedimento di Ztl ridotto.

Un’ordinanza limitata ai 5 chilometri e mezzo tra piazza Manzoni e via dei Navigatori (dopo piazza Nember), lungo la principale arteria che d’estate si trasforma nell’isola pedonale più lunga d’Europa. In questo modo sarà garantita la sicurezza dei pedoni che potranno passeggiare sfruttando spazi ampi e nel pieno rispetto del distanziamento sociale. «Il weekend appena trascorso ha visto a Jesolo la presenza di molte persone, tra i primi ospiti accolti nelle strutture alberghiere ai molti pendolari che da anni frequentano il nostro litorale. L’afflusso si è visto anche durante la sera con molti turisti che hanno colto l’occasione per fare le prime passeggiate tra boutique, negozi e locali - spiega il sindaco di Jesolo Valerio Zoggia -. Da questo primo banco di prova e, complici le incoraggianti previsioni meteo dei prossimi giorni, la festività del due giugno e l’approssimarsi della zona bianca per il Veneto porteranno sul nostro litorale molte altre persone». Poi dal 10 giugno, come già preannunciato, la Zona a Traffico Limitato sarà in vigore tutte le sere, dalle 19 alle 6, fino al 12 settembre.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Episodi spiacevoli», vertice in Comune a Jesolo per l'ordine pubblico

VeneziaToday è in caricamento