rotate-mobile
Cronaca Portogruaro

Gli rubano lo smartphone, poi pretendono denaro per restituirlo: 3 giovani in manette

Arrestati per estorsione tre giovani, un 18enne e due 24enni a Portogruaro. I militari si sono presentati all'incontro per lo scambio, bloccando i malviventi prima che fuggissero

Tutto nasce dal furto di uno smartphone. Il legittimo proprietario, un 37enne di Portogruaro, ha provato a più riprese a contattare il proprio numero, senza ottenere alcun risultato, nella speranza che il ladro si mettesse la mano sul cuore e restituisse quanto sottratto indebitamente. Nel mezzo la denuncia ai carabinieri della città sul Lemene, infine la risposta ad una delle tante chiamate da parte di uno dei ladri, con il quale il derubato è riuscito a concordare un appuntamento.

All'incontro con i militari dell'Arma

Non certo un incontro per la restituzione gratuita del telefono cellulare, quanto uno scambio: lo smartphone per un conguaglio in denaro. Un'estorsione bella e buona. Da qui è nata l'operazione dei carabinieri, che si sono presentati all'incontro tra il 37enne e il ladro. O meglio, i ladri: nella notte di domenica, infatti, alla stazione dei treni di Portogruaro, dove sarebbe andato in scena lo scambio, si sono presentati tre giovani, F.M., di 18 anni, E.T.Y e E.T.J, gemelli di 24 anni.

Tre in manette

I militari dell'Arma non hanno perso tempo, bloccando subito i tre malviventi, temendo che potessero commettere un qualche gesto inconsulto o scappare a gambe levate con il denaro estorto alla loro vittima. I ladri sono stati quindi arrestati e condotti in carcere a Udine, a disposizione della magistratura di Pordenone. Il cellulare rubato, invece, è stato restituito al legittimo proprietario.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli rubano lo smartphone, poi pretendono denaro per restituirlo: 3 giovani in manette

VeneziaToday è in caricamento