menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Sono di un'associazione benefica, dammi i soldi", truffatore allontanato da Jesolo

Un 22enne torinese ha tentato di incastrare lunedì scorso un gruppetto di giovani, che però si è opposto. Sul posto è arrivata la polizia: ragazzo denunciato e allontanato dal paese

Lunedì, intorno alle 21.25, personale del Reparto Prevenzione Crimine Lombardia, in questi giorni in servizio a Jesolo, mentre transitava in via Bafile, è stato fermato da una persona che asseriva che la figlia era alle prese con un presunto ladro all’altezza di un noto hotel. Una 18enne stava discutendo con un ragazzo, S.L., 22enne nato a Torino. Secondo la ragazza, mentre stava facendo una passeggiata con la sorella e un  amico minorenne, era stata avvicinata dal giovane che si era presentato come affiliato di un'associazione di beneficenza dedita alla raccolta di donazioni in denaro al fine di aiutare persone bisognose. 

La ragazza in un primo momento avrebbe dato credito a S.L., senza però dare soldi. A quel punto le richieste si sono concentrate sull'amico minorenne, che, timoroso per l'atteggiamento del ragazzo, alla fine ha consegnato 3 euro. La ragazza ha cercato di far desistere l’amico, prendendosi improperi. S.L., indispettito, aveva gettato il denaro a terra, perdendo il controllo.  Nel corso del controllo di polizia, quest'ultimo non era in grado di esibire alcun documento, negando di aver preteso denaro. 

A un controllo al sistema interforze del Ministero dell’Interno, è emerso che S.L. annoverava numerosi precedenti di polizia specifici in materia di truffa, violenza privata, ingiuria, danneggiamento, furto in appartamento, disturbo e molestie alle persone, minaccia, e tentato furto aggravato, la maggior parte di essi commessi in circostanze analoghe all’intervento in questione. Aveva 17 fogli di via in altrettanti Comuni italiani. Il giorno seguente, dopo che le vittime hanno presentato querela, S.L. è stato indagato per truffa aggravata continuata, con tanto di foglio di via obbligatorio con ritorno a Torino per tre anni.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento