menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Provano il colpo in casa, ma la vigilanza rovina i loro piani: in fuga con un televisore

È successo nella tarda serata di giovedì, attorno alle 22. Ad accorgersi che qualcosa non andava, un agente della Securvigilar, che con la sua presenza ha messo in fuga i ladri

Continuano i furti in casa a Jesolo. L'ultimo in ordine di tempo risale alle 22 di giovedì, nel mirino un'abitazione al civico 13 di via Andrea Bafile 12° Accesso al Mare. I ladri, nella circostanza, hanno rubato un televisore a parete, ma sono stati costretti ad una fuga anticipata rispetto alle previsioni.

Mentre erano intenti ad arraffare gli oggetti di valore contenuti nella casa, infatti, sono stati "disturbati" da un agente della Securvigilar, che in quel momento stava effettuando il giro di controllo di routine tra le abitazioni degli abbonati. È stato proprio il gran trambusto a mettere la pulce nell'orecchio alla guardia, che ha deciso di approfondire la questione, poiché i rumori erano troppo sospetti. L'agente ha notato sin da subito i segni effrazioni alla finestra di un'abitazione adiacente a quella che stava poco prima controllando. Immediata è partita l'allerta via radio alla propria centrale operativa, la quale ha informato il locale commissariato di polizia, che ha provveduto ad inviare sul posto la volante più vicina.

Il successivo controllo dell'appartamento ha permesso di appurare come i banditi non avessero avuto il tempo di rovistare tra le stanze: cassetti e armadi, infatti, apparivano in perfetto ordine. L'unico "pezzo" rubato dai ladri è stata, per l'appunto, la tv a schermo piatto. Segno chiaro che l'intervento dell'agente ha rovinato i piani alla banda, costringendola, di fatto, ad una fuga frettolosa per non essere colti con le mani nel sacco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento