menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sorpresa nel cantiere, spunta un ordigno bellico vicino al Casinò

L'hanno trovato gli operai del consorzio Acque Risorgive a Ca' Noghera, martedì pomeriggio. Risale alla seconda guerra mondiale, area cinturata

L'ordigno si trovava in una zona piuttosto isolata, tant'è vero che le forze dell'ordine hanno dovuto "scarpinare" per raggiungere il punto esatto in cui è stato trovato. Fuori programma nell'ambito dei lavori di rifacimento di alcuni argini in località Ca' Noghera per gli operai del consorzio "Acque Risorgive", che martedì pomeriggio si sono imbattuti a un certo punto in un residuato bellico risalente alla seconda guerra mondiale.

A una prima analisi si tratta di un ordigno apparentemente integro, e proprio per questo pericoloso. Naturalmente le operazioni, non distante dalla sede di terraferma del Casinò, sono state bloccate per permettere l'intervento degli esperti. Sul posto sono giunti quindi i carabinieri, che hanno messo in sicurezza l'area interessata dal ritrovamento. Si tratterebbe di un grosso ordigno lungo sessanta centimetri, che non appena possibile verrà rimosso con tutte le cautele del caso. Rallentando gioco forza la sistemazione degli argini che il consorzio ha in programma a Ca' Noghera.

Ulteriori interventi di "Acque Risorgive" sono previsti per il prossimo weekend: si tratta del secondo round per il posizionamento di una nuova condotta tra la tangenziale di Mestre e l'A4, per mettere al riparo dalle possibili piene del "Fossa" il centro abitato a nord della A57. Per questo motivo il tratto dal casello di Mira-Oriago in poi dell'autostrada (direzione Venezia) e la Tangenziale fino a Marghera (sempre nello stesso senso di marcia) saranno off limits per gli automobilisti da sabato fino alle 4 della mattinata di lunedì.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento