menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Enel allerta i cittadini: "Attenti ai falsi operatori, sono truffatori"

I consulenti dell'azienda, si rende noto, sono sempre muniti di tesserino plastificato con foto e dati di riconoscimento e non chiedono mai denaro a domicilio

I truffatori sono sempre in agguato. Per questa ragione il gruppo Enel ricorda ai cittadini qualche semplice, ma efficace accorgimento per evitare di far entrare in casa sconosciuti che, spacciandosi per dipendenti Enel o agenti di Enel Energia (società del gruppo Enel che opera sul mercato libero), sottendono in realtà ben altre intenzioni.

Per essere certi che chi bussa alla vostra porta sia effettivamente un incaricato Enel si ricorda che i consulenti di Enel Energia così come tutti i dipendenti dell'azienda sono muniti di tesserino plastificato con foto e dati di riconoscimento; non chiedono denaro a domicilio, il pagamento delle bollette di energia elettrica e gas è possibile esclusivamente tramite bollettino postale, banca, carta di credito e bancomat da utilizzare presso gli sportelli automatici (puntolis, pagamento on-line con carta di credito emessa in Italia dagli appositi circuiti, addebiti su conto corrente bancario o postale); non effettuano alcun tipo di controllo sul risparmio energetico o sulla conformità dei contratti rispetto alle norme vigenti.

Proprio per evitare situazioni spiacevoli, purtroppo possibili in un sistema che vede Enel e altri operatori dialogare ogni giorno con milioni di potenziali clienti, l'azienda ha adottato da tempo un sistema di controlli e sanzioni per verificare la regolarità della procedura di presentazione e vendita porta a porta. Ad esempio, mentre ex post viene adottato un rigoroso sistema di controllo telefonico a tutti i clienti ed un inflessibile sistema di penali per disincentivare le pratiche scorrette, oltre a pretendere l’allontanamento degli agenti che si sono comportati in modo non trasparente.

Enel ricorda che, sebbene normalmente il controllo del regolare funzionamento dei contatori avvenga a distanza, in casi particolare i tecnici di Enel Distribuzione potrebbero avere la necessità di controllare il gruppo di misura: anche in questo caso, tuttavia, il personale dovrà essere in grado di confermare la propria identità con specifico cartellino. Per qualunque necessità, i cittadini possono comunque rivolgersi al Punto Enel di Mestre, in via Bella 3, aperto al pubblico dal lunedì al giovedì dalle 8.30 alle 15, con orario continuato, il venerdì dalle 8.30 alle 12.30.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento