menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ospedale, archivio

Ospedale, archivio

Aumento dei contagi da coronavirus nel Veneto Orientale

I dati Ulss4: «Il numero complessivo delle persone positive sale a 141. Sono 55 quelle registrate a San Donà di Piave, 22 a Portogruaro». Mercoledì il quinto decesso

Continua a salire a curva di incidenza del Covid-19 nel Veneto orientale. Negli ultimi due giorni si registrano 44 nuovi contagi, di cui 29 solo nella giornata di giovedì. Il numero complessivo delle persone positive nel territorio dell'Ulss4 sale a 141. Questa la distribuzione dei casi positivi per comune residenza: 1 Annone Veneto; 4 Cavallino Treporti; 1 Cinto Caomaggiore; 2 Concordia Sagittaria; 4 Eraclea; 6 Fossalta di Portogruaro; 1 Fossalta di Piave; 7 Gruaro; 13 Jesolo; 2 Meolo; 6 Musile; 2 Noventa di Piave; 22 Portogruaro; 55 San Donà di Piave; 3 San Michele al Tagliamento; 8 San Stino di Livenza; 3 Torre di Mosto. È attualmente in corso di definizione la residenza di un contagiato accertato oggi in Friuli Venezia Giulia ma residente in questo territorio.

Età e genere

Nell'analisi dei positivi al coronavirus emerge che il 61% sono uomini e il 39% donne; la maggioranza di essi è sintomatica ed è ricoverata nei reparti Terapia intensiva e Malattie infettive dell'ospedale di Jesolo e in altri ospedali del Veneto. La fascia d'età maggiormente colpita è quella inclusa tra i 50 e i 60 anni. Gli operatori sanitari positivi al coronavirus sono attualmente 11.

Quinto deceduto

Nel bilancio di oggi, venerdì 20 marzo, si registra anche un decesso, il quinto nel Veneto orientale, avvenuto mercoledì: è uno jesolano di 87 anni. Come da protocollo, il decesso è stato comunicato all'Istituto Superiore di Sanità per la valutazione sulle cause. La direzione generale ha espresso il proprio cordoglio ai familiari del deceduto. Un ringraziamento è andatoal personale dell'Ulss 4: dal dipartimento di prevenzione, ospedaliero, territoriale, amministrativo, a tutti coloro che sono coinvolti nell’emergenza coronavirus, impegnati sette giorni su sette e 24 ore su 24 a contenere la diffusione del virus e a monitorare i contagiati.

Lo screening al personale

Prosegue lo screening a tutto il personale dell’Ulss4. Effettuati i tamponi a Jesolo, l'attività sta proseguendo negli ospedali di San Donà di Piave e di Portogruaro, poi verrà estesa fino a raggiungere tutti i 2500 dipendenti. L'Azienda sanitaria raccomanda alla popolazione: «rispettare tutte le normative volte alla limitazione degli spostamenti dal domicilio, il mantenimento della distanza di sicurezza di un metro e il rispetto delle più comuni norme igieniche a iniziare dal frequente lavaggio delle mani».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento