menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mestre, per mesi ruba la corrente alla vicina di casa 80enne. Denunciato

Il caso scoperto due giorni fa in via Camporese dalla figlia dell'anziana esaminando la bolletta da infarto: con due fili abusivi un 26enne aveva succhiato energia per due stagioni

Un furto vero e proprio di energia elettrica ai danni di un'anziana di 80 anni di Mestre. Per mesi i vicini di casa le hanno succhiato corrente addebitandole l'intero importo della bolletta che, com'è facile capire, aveva toccato una quota da salasso. Il fatto è stato denunciato due giorni fa dalla figlia dell'anziana che vive in via Camporese. All'inizio, come spiega La Nuova di Venezia, la donna aveva pensato ad anomalie nel conteggio della bolletta, poi aveva messo in conto anche un'eventuale aumento delle tariffe. Ma quando il postino le ha recapitato il bollettino con una cifra doppia di quella che di solito spendeva, l'anziana ha chiesto aiuto alla figlia. Sicuramente potevano esserci variazioni, magari date dalla messa in funzione di riscaldamento supplementare. Non poteva certo pensare che la corrente erogata dal suo contatore servisse a scaldare e far vivere per intere stagioni un'altra famiglia.

Quando la figlia dell'anziana ha esaminato la bolletta ha deciso di chiamare un'elettricista per regolare l'apparecchio. Da lì a scoprire i due cavi abusivi che gli succhiavano la corrente il passo è stato brevissimo. Il furto sarebbe stato allestito e perpetrato per mesi dal figlio del vicino di casa, un 26enne veneziano, che è stato denunciato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento