Cronaca

Visite anche di sera, gli ospedali del Veneto orientale "sold out"

Esauriti quasi tutti i posti messi a disposizione a ottobre dall'Ulss 10. Il direttore generale Bramezza: "Per fine anno ne aumenteremo il numero"

L'ospedale di San Donà

Visite di sera e nei giorni festivi, i numeri dimostrano che il servizio piace ai cittadini. Almeno nel territorio dell'Ulss 10, che ha annunciato come a settembre si sia avuto il tutto esaurito e a ottobre con ogni probabilità si avrà lo stesso risultato. Esauriti i 352 posti messi a disposizione a settembre e quasi del tutto occupati i 466 di ottobre.

L’ampliamento degli orari per ecografie, mammografie, TAC, risonanze magnetiche, visite oculistiche, ecocolordoppler cardiaci e dei tronchi sovraortici, ha così contribuito a ridurre i tempi d’attesa per le visite eseguite in orario tradizionale e, allo stesso tempo, favorito l’accesso ai lavoratori (compresi gli accompagnatori di persone anziane) che in questo modo non hanno dovuto assentarsi dal luogo di lavoro.

“Visto il gradimento dei cittadini – afferma il direttore generale Carlo Bramezza – per gli ultimi due mesi dell’anno si prevede di aumentare ancora le disponibilità di visite ed esami specialistici. Permane ancora qualche criticità sui tempi d’attesa per le visite oculistiche ma l’Azienda sta provvedendo a potenziare ulteriormente l’attività”. Su indicazioni della Regione, dallo scorso 1 settembre anche l’Ulss 10 offre infatti ai cittadini la possibilità di effettuare visite il sabato pomeriggio, la domenica, e tra le ore 20 e le ore 24 del lunedì e del mercoledì.

Per ampliare l’offerta in orario serale e festivo, l'azienda sanitaria ha acquistato una serie di prestazioni dalle strutture private convenzionate del territorio, che hanno risposto favorevolmente, adeguando gli orari di apertura.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Visite anche di sera, gli ospedali del Veneto orientale "sold out"

VeneziaToday è in caricamento