Sostegno al mondo della cultura: 1000 euro di contributo

Per tutti i lavoratori veneti iscritti al Fondo pensioni dello spettacolo la Regione. Integra l'indennità Inps riconosciuta per i mesi di marzo, aprile e maggio dai decreti Cura Italia e Rilancio  

Lavoratori della cultura in manifestazione, archivio

Eventi cancellati, manifestazioni e iniziative rinviate: il Covid sta mettendo a dura prova tutto il mondo della cultura, dei musei, degli istituti e dei luoghi a esso dedicati, penalizzando imprese e i lavoratori. Per tutti i lavoratori veneti iscritti al Fondo pensioni dello spettacolo la Regione del Veneto interviene con un contributo individuale di mille euro, a integrazione dell’indennità Inps riconosciuta per i mesi di marzo, aprile e maggio dai decreti Cura Italia e Rilancio.  

«Tre milioni di euro per garantire un contributo ai lavoratori dello spettacolo e della cultura che risultano essere tra i meno tutelati nel panorama delle professioni, ma che rappresentano un patrimonio di professionalità, competenze, passione e creatività indispensabile per la ripartenza delle attività culturali e degli spettacoli del vivo», dice l’assessore al Lavoro Elena Donazzan. Nei mesi della sospensione totale delle attività, il settore ha registrato un crollo del 94 per cento dei rapporti di lavoro, e continua a scontare gli effetti della pandemia.

In base al protocollo Regione-Inps i lavoratori dello spettacolo che già hanno beneficiato dell’indennità nazionale Covid 19 riceveranno comunicazione tramite sms sul cellulare dell’accredito di pagamento dell’ulteriore indennità integrativa finanziata dalla Regione del Veneto. “Grazie a Inps Veneto – sottolinea Donazzan – è stato possibile dare seguito alla nostra volontà di sostenere i lavoratori del settore, in quanto già individuati dalle misure nazionali dei 600 euro». 

L’indennità integrativa regionale viene ad aggiungersi ad un'altra misura predisposta dalla Regione per sostenere e accompagnare la ripartenza delle attività della cultura e dello spettacolo: il bando “Laboratorio veneto, strumenti per il settore Cultura”, finanziato anch’esso con 3 milioni di euro dei fondi Fse 2014-2020, che va a finanziare progetti di formazione, adeguamento e rilancio dell’offerta culturale rivolti agli operatori del settore cultura, spettacolo dal vivo e intrattenimento.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento