rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Economia Favaro Veneto

Amazon, un nuovo deposito di 11 mila metri quadri a Dese: pronto per l'autunno

Incrementerà il servizio di consegna nell'area veneziana. L'azienda: «Pronti a creare 70 posti di lavoro». Venturini: «Grazie per questo importante investimento»

Il colosso dell'e-commerce Amazon ha annunciato l’apertura di un deposito di smistamento nella zona di Dese, lungo la provinciale 40: la nuova struttura si svilupperà su oltre 11 mila metri quadri, sarà operativa dall'autunno e servirà i clienti di Venezia e zone limitrofe. Si tratta, appunto, di un punto di smistamento, più ridotto rispetto ai grandi hub di distribuzione (come ad esempio quello di Rovigo): da Dese i corrieri ritireranno i pacchi per effettuare l'ultimo passaggio della distribuzione, ovvero la consegna nelle abitazioni dell'area veneziana. Un progetto che, per Amazon, risponde all'obiettivo di raggiungere in modo più efficace e capillare gli utenti della zona, che sempre più fanno acquisti online.

Il nuovo deposito

L'insediamento permetterà di creare una ventina di posti di lavoro diretti e altri cinquanta (perlopiù autisti) indiretti, grazie ad accordi con i corrieri locali. Un'occasione di crescita, quindi: per Simone Venturini, assessore allo Sviluppo economico del Comune di Venezia, «è un’ottima notizia sapere che un’impresa decide di stabilirsi qui a Venezia, un luogo strategico per la sua collocazione geografica e le sue infrastrutture. Grazie ad Amazon per questo importante investimento». Gabriele Sigismondi, responsabile di Amazon Logistics Italia, si è detto «orgoglioso di contribuire alla creazione di posti di lavoro in questo momento difficile», annunciando «salari competitivi e opportunità di crescita professionale. Crediamo - aggiunge Sigismondi - che nel corso della pandemia Amazon abbia fornito un servizio prezioso, permettendo di acquistare e ricevere prodotti restando a casa il più possibile».

La preoccupazione della Municipalità

Diverso il parere di Marco Bellato, presidente della Municipalità di Favaro Veneto: «Questo progetto, se da un lato produce posti lavoro, dall'altro mi preoccupa: la priorità, per quanto ci riguarda, è tutelare le attività di vicinato che sono già state penalizzate negli anni dai centri commerciali, dalla realizzazione del tram e poi dalla pandemia. Senza contare la futura costruzione della bretella ferroviaria per l'aeroporto. Il commercio è già in sofferenza, ora il nuovo deposito rischia di peggiorare la situazione. Auspico - conclude - che ci sarà un confronto con la Municipalità e con la cittadinanza, perché questi interventi hanno un grande impatto sul territorio».

Il nuovo deposito sarà realizzato con tutte le attenzioni alla sostenibilità e all'efficienza energetica, con pannelli solari fotovoltaici sul tetto e impiego di luci a led. Con il Comune è stata concordata la realizzazione di aree verdi e si prevede anche l'installazione di centinaia di punti di ricarica elettrica per veicoli.

Le selezioni per le posizioni manageriali, tecniche e per le funzioni di supporto sono aperte già da oggi tramite il sito www.amazon.jobs; quelle per gli operatori di magazzino saranno invece disponibili nelle prossime settimane.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amazon, un nuovo deposito di 11 mila metri quadri a Dese: pronto per l'autunno

VeneziaToday è in caricamento