Economia

Sentenza trasporto ambulanze, Cgil: «Appalto al ribasso». Ulss 3: «Lecite economie»

I commenti alla decisione del Consiglio di Stato che ha imposto di rideterminare la base d’asta per la gara

Ambulanza, archivio

Una sentenza del Consiglio di Stato ha imposto di rideterminare la gara del servizio di trasporto ambulanze all'Ulss3. Una decisione che la Funzione Pubblica Cgil definisce: «importante», affermando che si tratta di un «monito per tutte le pubbliche amministrazioni che esternalizzano i servizi socio-sanitari con la logica del risparmio».

«Avevamo evidenziato, quando era uscita la gara d’appalto, come l’importo stabilito dall’azienda sanitaria avrebbe pregiudicato gli standard del servizio e messo a rischio il posto di lavoro di circa 70 operatori impiegati da anni - afferma Italia Scattolin del sindacato - C'è stata una mobilitazione dei lavoratori per ottenere la proroga della gestione del servizio all’attuale cooperativa. Ora speriamo in una rideterminazione». Ulss 3, «mentre riavvia l'iter della gara, ribadisce il proprio impegno a individuare ogni lecita economia nella gestione dei servizi e nell'affidamento degli incarichi. Economia che passa attraverso le ricerche di mercato, indipendentemente dalle scelte di esternalizzazione o meno, nella ricerca di un servizio efficace per i cittadini che va sempre mediata con il dovere di gestire con la massima oculatezza i fondi pubblici».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sentenza trasporto ambulanze, Cgil: «Appalto al ribasso». Ulss 3: «Lecite economie»

VeneziaToday è in caricamento