menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vega e Unicredit insieme: caccia alle "start up" innovative

Il Parco Scientifico e Tecnologico di Venezia e la banca hanno siglato un accordo che prevede azioni di scouting per selezionare le migliori neo-imprese "prodotte" dal territorio

La strategia di supporto all’innovazione territoriale, che ha portato negli anni VEGA- Parco Scientifico e Tecnologico di Venezia ad insediare nel proprio incubatore 23 start up con la creazione di un centinaio di nuovi posti di lavoro, si arricchisce grazie all’accordo a misura di startup siglato con la banca UniCredit.

RILANCIO ECONOMIA. L'amministratore Delegato di Vega Scarl Tommaso Santini commenta: "Per noi questa collaborazione con Unicredit rappresenta l’opportunità di continuare a farci interpreti e attuatori delle esigenze delle start up e delle idee imprenditoriali ad alto potenziale innovativo e insieme di prendere parte al rilancio dell’economia locale. L’accordo siglato oggi con Unicredit permette a Vega di valorizzare ulteriormente il Parco Scientifico e Tecnologico di Venezia quale piattaforma ideale per l’avvio di nuove attività imprenditoriali e alle start up insediate di essere parte di un più ampio network nazionale che consentirà loro di continuare a crescere in uno scenario internazionale che necessità sempre più di un costante scambio di conoscenze, di percorsi di formazione e finanziarizzazione".

L'ACCORDO. Nello specifico l’accordo siglato oggi prevede azioni di scouting, per selezionare le migliori startup innovative “prodotte” dal territorio ed un ventaglio di altri strumenti in grado di accompagnare passo dopo passo i giovani imprenditori rispondendo in modo appropriato e tempestivo alle diverse esigenze con attività di mentoring e formazione, oltre che di accesso a diverse opportunità finanziarie. Proprio sul versante dei finanziamenti a UniCredit intende implementare lo sforzo che l’ha portata, nell’ultimo anno, a destinare buona parte dei 119 milioni di euro di nuove erogazioni del 2014 al sostegno di investimenti in innovazione. Più nello specifico la banca sosterrà le startup innovative presenti sul territorio attraverso il proprio piano ‘Valore Europa’ che prevede finanziamenti con costo della garanzia azzerato e tempi di erogazione accelerati.

PROGETTI. Nel corso dell’incontro, è stata inoltre lanciata la Call 2015 di UniCredit Start Lab, il percorso di accelerazione per startup innovative giunto alla sua seconda edizione, dopo aver visto, l’anno passato, la partecipazione di oltre 800 aziende, con la selezione di 43 aziende direttamente supportate, di cui 4 aziende riconosciute meritevoli di grant in denaro e la prima azienda co-finanziata per un importo complessivo di 590 mila euro. Confermate anche per quest’anno le opportunità a supporto delle startup già presenti nell’edizione 2014: grant in denaro, co-investimenti in equity, sessioni di training manageriale e di mentorship, eventi “verticali” per la ricerca di controparti corporate e di potenziali investitori. Anche quest’anno, UniCredit Start Lab si rivolgerà a realtà ad alto contenuto tecnologico e innovativo operanti nei 4 settori del Life Science, del Clean Tech, del Digital e dell’Innovative made in Italy. Innovatori e giovani imprenditori possono presentare la propria candidatura entro il 30 aprile attraverso il sito www.unicreditstartlab.eu.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento