Ritorna la rassegna concerti d’organo a Scorzè

Tre appuntamenti domenicali ad ingresso gratuito

Per tre domeniche consecutive all’organo della Chiesa Parrocchiale di San Benedetto Abate Di Scorzè si potranno ascoltare musiche organistiche di diverse epoche, dal seicento al novecento.

Domenica 8 novembre, alle ore 16,45, aprirà la rassegna il giovane organista veneziano Nicolò Sari.  Impegnato attivamente  nella tutela e diffusione degli organi storici di scuola veneta è fondatore e direttore artistico del Festival Organistico Internazionale Gaetano Callido di Venezia che quest’anno è alla sua 5° edizione.

Per il concerto a Scorzè, Sari proporrà un programma incentrato su J. S. Bach,  figura cardine della letteratura organistica, ma eseguirà anche D. Buxtehude e W.A. Mozart.

Domenica 15 novembre sarà la volta di Roberto Scarpa Meylougan e domenica 22 novembre chiuderà Luca Poppi.

Grazie all’impegno degli organizzatori: l’Assessorato alla Cultura del Comune di Scorzè, la Pro Loco di Scorzè, la Parrocchia di San Benedetto Abate e l’Associazione Corale Musicalia Fragmenta, l’ingresso a tutti i concerti è libero.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • La cover band ufficiale dei Queen celebra i 50 anni del gruppo rock a Jesolo

    • 27 febbraio 2021
    • PalaInvent

I più visti

  • Il Gruppo Unicomm inaugura un nuovo supermercato MEGA a Marghera

    • solo oggi
    • Gratis
    • 25 febbraio 2021
    • Marghera
  • "Questa mostra potrebbe essere rimandata" a Venezia

    • Gratis
    • dal 6 al 28 febbraio 2021
    • Visioni Altre
  • La cover band ufficiale dei Queen celebra i 50 anni del gruppo rock a Jesolo

    • 27 febbraio 2021
    • PalaInvent
  • I due gemelli veneziani in streaming su Backstage per l'anniversario di nascita e morte di Goldoni

    • Gratis
    • dal 6 al 25 febbraio 2021
    • Backstage (piattaforma TSV)
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    VeneziaToday è in caricamento