rotate-mobile
Politica

Brugnaro: «Giusto salvare vite, ma diamo un segnale alla comunità internazionale»

Il sindaco di Venezia è intervenuto stamattina sul tema dei migranti e su un sistema di accoglienza al collasso

«Il tema immigrazione è delicato. Dobbiamo salvare le persone, ma anche dare un segnale alla comunità internazionale. L'Italia ha fatto bene a porre il problema». È il commento rilasciato martedì mattina a Rai News 24 dal sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, in merito al tema dei profughi e al duro scontro tra Roma e Parigi sulla nave Ocean Viking.

Per il primo cittadino lagunare e leader di Coraggio Italia, è indispensabile intervenire in Africa «con investimenti per l'avanzamento sociale ed economico» e porre le basi «per formare e integrare queste persone direttamente nei paesi di partenza». Solo qualche giorno fa, al termine dell'incontro con il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, aveva ribadito l'apertura alle persone in difficoltà: «Siamo per l'integrazione, - aveva sottolineato - ma le persone devono volerlo fortemente. Totale fermezza nei diritti delle persone, ma in casa nostra non possono fare quello che vogliono».

Dello stesso avviso anche il presidente del Veneto, Luca Zaia. In occasione di un punto stampa a Palazzo Balbi aveva spiegato che «siamo una terra ospitale, conosciamo la solidarietà e se qualcuno scappa dalla morte e dalla fame non ci siamo mai tirati indietro, ma non possiamo diventare un hub nazionale, ventre molle di questa partita». Il riferimento era legato al sistema di accoglienza in Veneto, definito «al collasso» dal prefetto lagunare, Vittorio Zappalorto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brugnaro: «Giusto salvare vite, ma diamo un segnale alla comunità internazionale»

VeneziaToday è in caricamento