Degrado, Pellicani attacca Brugnaro: "In un anno non avete fatto niente per l'Umberto I"

Il consigliere d'opposizione presenta una mozione alla Giunta: "Il 30 giugno scadono i termini per la cancellazione delle ipoteche, l'amministrazione come intende muoversi?"

"La Giunta Brugnaro in un anno non ha fatto nulla per risolvere l'emergenza dell'ex Umberto I". Il consigliere d'opposizione Nicola Pellicani attacca a testa bassa sindaco e assessori, presentando una mozione in cui si chiede alla Giunta di informare il Consiglio comunale sulle effettive intenzioni che si hanno sul futuro dell'area, in cui c'era anche l'ipotesi di trasferire la scuola elementare Vecellio. 

"Non è stato fatto nulla per concludere l'iter amministrativo propedeutico al passaggio degli ex padiglioni (De Zottis, Pozzan, Cecchini, l'ex Direzione sanitaria di via Antonio da Mestre e il complesso “ex casa suore” e “chiesetta neo gotica”) e di circa 18 mila metri quadri di verde al Comune come previsto dal protocollo sottoscritto il 12 novembre 2013, tra Ca' Farsetti e DNG, proprietaria del compendio dell'ex Umberto I che ora rischia di diventare carta straccia - sottolinea Pellicani - Fino ad oggi l'amministrazione comunale non ha compiuto alcuno degli atti previsti dalla delibera numero 188 approvata dal commissario Zappalorto il 15 maggio 2015". 

Nella delibera, secondo il consigliere d'opposizione, "si confermava il contenuto sostanziale del protocollo, ma ne modificava però le modalità operative a fronte delle difficoltà intervenute da parte degli istituti di credito a procedere allo svincolo delle ipoteche degli immobili". Nel documento si sarebbe fissato il prossimo 30 giugno come termine per la cancellazione dellle ipoteche, dopo il quale verrebbero cancellati i provvedimenti fin quui adottati. "Ad oggi però il Comune non ha ancora concluso l'iter - sottolinea Pellicani in una nota - La passata amministrazione aveva adottato la variante per il comparto ricettivo che non è mai stata approvata; durante il periodo commissariale è stata approvata la variante relativa al commercio che è già operativa. Inoltre resta da approvare il piano di recupero complessivo. Cosa ha fatto la giunta Brugnaro in questo anno di attività?".

Il protocollo ridefiniva il progetto di riqualificazione dell'area destinando una delle torri ad uso ricettivo con un albergo da 7.500 metri quadri prevedendo una galleria commerciale con un massimo di 16 mila metri quadri di superficie. "La residenza convenzionata viene fissata alla quota complessiva del 10%, comunque non inferiore a 2.500 metri quadri - conclude  il consigliere - Inoltre l'intesa prevedeva che le quote di residenza potessero essere realizzate in una delle tre torri, oppure in un'altra area della città. In sostanza, rispetto al progetto originario, è stata introdotta la previsione di realizzare un albergo e sono stati ampliati gli spazi commerciali. A fronte di questo il Comune poteva venire in possesso degli ex padiglioni storici, liberi da ipoteche, con fidejussioni certificate da istituti bancari a garanzia dell'eventuale indennizzo a favore della pubblica amministrazione e di un'ampia area verde, mettendo in collegamento la zona dell'ex Umberto I ai giardini di via Einaudi, l'area verde del Candiani e il parco di Villa Querini. Il protocollo inoltre aprì la strada alla realizzazione del parcheggio pubblico aperto da qualche anno".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nicola Pellicani, dunque, interpella direttamente la maggioranza: "Cosa intende fare la giunta Brugnaro? - dichiara - Intende lasciare nel degrado l'area dell'ex Umberto I? E ancora: ha deciso di rinunciare all'attuazione del protocollo e perciò all'acquisizione degli ex padiglioni e dell'area verde? Quale iter amministrativo intende intraprendere per venire a capo della questione? E dopo un anno di governo della città, quali sono i rapporti con i fantomatici proprietari di un'area abbandonata a se stessa? Il tema - conclude - deve essere discusso al più presto in Consiglio comunale. Intanto del futuro dell'ex Umberto I ne discuteremo venerdì 17 giugno alle 18.15 in piazzetta Pellicani, in un incontro organizzato dal circolo Pd di Mestre centro".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento