menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tutti ai piedi di Brugnaro, e Zaia: "In Veneto spazzata via la sinistra"

Esaltazione tra gli esponenti di spicco di Forza Italia, Lega e Ncd all'indomani dell'elezione del nuovo sindaco della città lagunare. Zaia: "Vince un progetto alternativo"

Il centrodestra a Venezia risorge dalle sue ceneri e dopo 25 anni strappa la poltrona di primo cittadino al centrosinistra. Una sorta di rinascita stile "Fenice", un trionfo per Luigi Brugnaro e per tutto l'area politica che lo ha appoggiato che non ha perso l'occasione di commentare la vittoria.

ZAIA E TOSI. Il governatore del Veneto appena rieletto, Luca Zaia: "In Veneto il centrodestra ha fatto cappotto, vincendo in cinque comuni, tra i quali Venezia.  A vincere è stato un progetto alternativo di governo". Flavio Tosi valorizza anche l'uomo oltre che il politico: "Uomo serio, pragmatico e indipendente".

BRUNETTA. Gli fa eco anche Renato Brunetta che dice: "E' stata individuata una personalita' forte, moderata, spiazzante, di successo, proveniente dalla trincea del lavoro e dell'impegno associativo. Non gli e' stato chiesto di mettersi una divisa, di conformarsi a parole d'ordine, ma di essere se stesso". Poi il commento ad una nuova politica che non dimentica i leader: "In fondo, senza paragoni impropri, siamo con Luigi Brugnaro ad una fresca ripresa di quel corso nuovo della politica fondato e interpretato da Berlusconi".


ALFANO. Infine Angelino Alfano ricorda di essere stato "L'unico esponente del centrodestra che il nuovo sindaco di Venezia Luigi Brugnaro ha incontrato prima delle elezioni. Mi congratulo con lui e ribadisco la mia disponibilità a dare una grande mano sul tema della sicurezza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento