Mercoledì, 16 Giugno 2021
Politica

Musei civici di Venezia, il vicesindaco è per un'apertura parziale

Tomaello: «È un suggerimento, un'idea della Lega. Dispiace la Fondazione chiusa, è patrimonio che i veneti hanno sotto casa e possono visitare». Associazione Piazza San Marco: «Bene questo intervento»

Foto sito web Fondazione musei civici Venezia, Ca' Pesaro

Tra la chiusura completa dei Musei civici, fino ad aprile, e l'apertura in assenza di turisti e visitatori a Venezia, c'è una via di mezzo. È quella proposta dal vicesindaco Andrea Tomaello, «si potrebbero rendere fruibili nei fine settimana. In fondo si tratta di un patrimonio che i veneti hanno sotto casa e avrebbero l'opportunità di visitare».

Si tratta, ha sottolineato Tomaello, «di un suggerimento, un'idea della Lega. Il ragionamento che il sindaco fa è corretto dal punto di vista economico - ha continuato - perché ragiona da buon padre di famiglia e ha a cuore l'immagine della città, perciò prendiamo le distanze da inutili polemiche strumentali - ha detto - sicuri che il sindaco interverrà nel migliore dei modi. Ci dispiacerebbe però avere i musei chiusi a febbraio e marzo, se il governo dovesse decidere per l'apertura. Anche per il segnale di ripartenza che potrebbe trasmettere all'esterno e per il sostegno alle attività produttive».

Sul commento è intervenuta l'associazione Piazza San Marco, che ha accolto la posizione del vicesindaco: «queste decisioni vanno prese di concerto con le realtà produttive. Chi si farà carico di tutte le spese? - Si è chiesto Claudio Vernier, il presidente -. Tasse, imposte, affitti di tutte le aziende che sono sul territorio, chi pagherà? Se si decide che non val la pena di aprire la città, si sta dicendo che le attività, che generano ricchezza e lavoro, non ha senso stiano aperte. Tanta mancanza di visione e di sensibilità nei confronti della cultura, di cui Venezia è impregnata e custode, ci fa impallidire e ci preoccupa - ha commentato Vernier - Chiediamo che si pensi anche alle ricadute che certe decisioni. Venezia non è un'azienda. I lavoratori in questo momento possono dedicarsi a una manutenzione più minuziosa del grande patrimonio che essi custodiscono. Siamo soddisfatti dell'apertura di oggi del vicesindaco Tomaello», ha concluso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musei civici di Venezia, il vicesindaco è per un'apertura parziale

VeneziaToday è in caricamento