rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Politica

Renato Brunetta: «Irresponsabile non votare la fiducia a Draghi»

Così il ministro della Pubblica amministrazione lascia il partito. «Forza Italia così facendo ha deviato dai valori fondanti della sua cultura e ha rinnegato la sua storia. Anteposti interessi di parte a quelli del Paese»

«Non sono io che lascio, ma è Forza Italia, o meglio quel che ne è rimasto, che ha lasciato se stessa e ha rinnegato la sua storia. Non votando la fiducia a Mario Draghi, il mio partito ha deviato dai valori fondanti della sua cultura». Così il ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta che ha annunciato via Twitter di voler lasciare quello che finora è stato il suo partito, Forza Italia, mentre continua la crisi di governo aperta con le dimissioni del presidente del Consiglio.

«Mi batterò - continua il ministro - ora perché la cultura, i valori e le migliori energie liberali e moderate non vadano perduti e confluiscano in un’unione repubblicana, saldamente ancorata all’euroatlantismo. È una battaglia per il futuro che coincide con la difesa della mia storia, e di quella di Forza Italia. Sono fiero - continua - di aver servito l’Italia da ministro di questo governo. Sono degli irresponsabili coloro che hanno scelto di anteporre l’interesse di parte all'interesse del Paese, in un momento così grave».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Renato Brunetta: «Irresponsabile non votare la fiducia a Draghi»

VeneziaToday è in caricamento