menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Visite di nascosto dall'Ulss nello studio mestrino, medico nei guai

Chirurgo rinviato a giudizio per truffa. Aveva un rapporto di esclusività con l'Ulss 5, ma dalle visite mestrine avrebbe percepito 625mila euro

Aveva l'obbligo di operare in maniera esclusiva per l'Ulss 5 della zona Ovest della provincia di Vicenza, invece i suoi clienti secondo l'accusa li riceveva nel suo studio privato. In modo che i soldi anziché finire nelle casse dell'azienda ospedaliera andassero nelle sue tasche. Le visite, infatti, non sarebbero state comunicate all'Ulss.

Per questo motivo un medico padovano, chirurgo e senologo, è stato rinviato a giudizio per truffa aggravata ai danni del servizio sanitario nazionale. Secondo i magistrati che hanno condotto le indagini avrebbe infatti ricevuto 82mila euro non dovute dallo Stato, per l'esclusiva, e altri 625mila euro dalle pazienti visitate nel suo studio mestrino. Dopo l'udienza preliminare il giudice ha quindi disposto che si apra il processo nei confronti del camice bianco, che dovrà presentarsi in aula il prossimo 20 novembre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento