menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cinque armati di pistola assaltano casa di un trans, terrore a Mestre

La rapina poco dopo le 22.30 in via Einaudi in un appartamento al piano terra. Vittima un 35enne colombiano. Una prostituta scappa dalla finestra

Sembrava un suo cliente. O forse lo era pure stato. Stavolta però si è rivelato un rapinatore armato di pistola, che ha fatto passare alcuni eterni minuti di terrore a un trans colombiano di 35 anni. Rapina a mano armata poco dopo le 22.30 di martedì in un appartamento al piano terra di via Einaudi a Mestre. Cinque banditi hanno fatto irruzione nell'abitazione in affitto dove il transessuale riceve i propri clienti. Sotto la minaccia della pistola l'hanno fatto stendere a terra, mentre i malviventi rovistavano dappertutto in cerca di soldi e gioielli. Li hanno trovati: 600 euro in contanti e monili in oro.

Un discreto bottino, anche se le modalità con cui il colpo è stato perpetrato indurrebbero a pensare che i malviventi si aspettassero qualcosa di più. Tutto inizia con il suono del campanello. Il 35enne controlla dallo spioncino della porta e pensa a un cliente qualsiasi. Quindi apre la porta. A quel punto la persona che gli stava davanti spinge con forza ed entra. Mostrando la pistola e fa sdraiare a terra il suo interlocutore. Pare che l'aggressore fosse italiano, mentre tra gli altri quattro componenti del gruppo potrebbe esserci pure qualche sudamericano. Durante la razzia, però, i banditi si accorgono che il trans non era solo. Era in compagnia di una 25enne italo-dominicana, la quale subito aveva capito cosa stava accadendo e si era chiusa in una stanza.

Una volta sfondata la porta della camera, però, si scopre che la giovane, a quanto pare prostituta anche lei, era fuggita dalla finestra. Lanciando l'allarme da via Torre Belfredo alla sala operativa della questura. Sul posto in pochi minuti è intervenuta quindi una volante, che è tornata sul luogo della rapina trovando il trans 35enne sotto shock. Dei criminali, che hanno agito a volto scoperto, però neanche l'ombra.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento