Il prefetto dà l'ok ai lavori sui mosaici pavimentali nella Basilica di San Marco

Le attività di rimozione del sale e salvaguardia dei frammenti sono iniziate il 27 aprile, nel rispetto delle norme previste dall'emergenza coronavirus

In seguito alla richiesta presentata dalla Procuratoria di San Marco venerdì 24 aprile, la Prefettura di Venezia ha autorizzato la ripresa degli interventi tampone e di salvaguardia sui mosaici pavimentali all'interno della Basilica di San Marco, cuore religioso e culturale, simbolo per eccellenza della città lagunare.

I dettagli

La Basilica rimane chiusa alle Messe e alle visite turistiche in attesa delle disposizioni sulla fase 2 dell'emergenza Covid-19, ma le attività di rimozione del sale e di protezione dei frammenti in pericolo sono effettivamente già iniziati il 27 aprile, con una piccola squadra di quattro persone operanti in Basilica, salita a 6 nella giornata di martedì. Nelle settimane successive rientreranno altre maestranze. 

Questa ripresa dei lavori avviene nel rispetto dei protocolli sanitari predisposti dalla Procuratoria nelle scorse settimane e in accordo con i lavoratori interessati: mascherine e sistemi di protezione, distanziamento, controllo della temperatura corporea in ingresso, turni differenziati, eccetera. Dalla direzione dei servizi tecnici della Procuratoria di San Marco, affidata al Proto prof. arch Mario Piana, dipendono lo "Studio di mosaico", cui sono affidati la conservazione e il restauro del manto musivo, e una equipe di operai restauratori per i lavori inerenti alla manutenzione degli immobili della fabbrica marciana e dei suoi beni mobili. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Questa ripartenza - fanno sapere dalla procuratoria - ci auguriamo possa anche essere considerata un segnale importante per il riconoscimento della necessità e dell'urgenza di taluni interventi sui Beni Culturali, pur nel contesto delle disposizioni per la salvaguardia della salute, imposte a livello nazionale e internazionale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Malore fatale, commerciante muore a 37 anni

  • Schianto sulla strada: morto un ragazzo di 18 anni a Veternigo

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Per Zaia il problema non sono ristoranti e palestre: «Bisognava puntare su assembramenti»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento