Attualità

Ca' Foscari si amplia: investimenti da 160 milioni per il campus di Mestre e San Giobbe

Continuano i lavori dell'ateneo veneziano nei cantieri del nuovo studentato nel campus economico in centro storico e dei nuovi edifici in quello scientifico in terraferma

L'università Ca' Foscari guarda al futuro. L'ateneo veneziano, infatti, ha scelto di cavalcare l'onda della modernità ed espandersi per entrare sempre più in connessione con il territorio e la sua economia e dare l'opportunità agli studenti attuali e a quelli futuri di potersi formare in un ambiente stimolante, sostenibile, all'avanguardia e al passo con il continuo diffondersi della digitalizzazione. Quello di Ca' Foscari è un progetto di espansione da 160 milioni di euro, che vuole puntare in alto e farlo dando agli studenti, ai professori e ai ricercatori strutture adeguate per poter essere al centro del dibattito intellettuale e scientifico italiano con un'impronta sempre più internazionale. L'obiettivo dell'ateneo, infatti, è proprio quello di assomigliare sempre di più ai modelli di università europee che vantano una forte connessione con il territorio e il tessuto industriale locale nonché laboratori all'avangadia con un occhio di riguardo per la sostenibilità. A riguardo, sono stati mostrati questa mattina, alla stampa locale, i lavori in corso nei cantieri dei nuovi edifici che Ca' Foscari sta realizzando per ampliare i suoi spazi con nuovi fabbricati destinati allo studio, alla ricerca, alla residenza studentesca e allo sport sia in terraferma che in centro storico. A dare un quadro completo sui nuovi progetti dell'ateneo e a condurre un toour all'interno dele nuove strutture è stato il rettore Michele Bugliesi insieme agli ingegneri Tiziano Pompele, coordinatore dell'area e Andrea Berro, direttore dei lavori in cantiere. 

Mestre: edificio epsilon, residenza studentesca e struttura multifunzionale: un nuovo polo di ricerca, formazione e sport

Il campus scientifico di via Torino a Mestre si allarga sempre di più e quelli che all'inaugurazione del campus in terraferma diversi anni fa erano solo due fabbricati (eta e zeta) oggi stanno per diventare ben sette. L'edificio epsilon, l'ultimo arrivato in casa Ca' Foscari, è in dirittura d'arrivo con i cantieri che dopo lo stop dovuto al Covid hanno ripreso a lavorare con costanza con una previsione di fine lavori che coinciderà con la conclusione del 2020. L'edificio espilon è composto da 4 piani con una superficie di circa 4800 mq oltre al piano interrato ed è caratterizzato da una certificazione energetica Leed che punta al terzo livello di efficienza "gold" nonché pannelli solari per la produzione di energia naturale. La struttura sarà destinata agli studenti, ai dottorandi e alla ricerca con un piano terra composto da 2 aule e 2 sale studio, uffici e laboratori didattici e un primo, secondo e terzo piano dedicati alla ricerca con 23 laboratori e 41 studi/uffici. I laboratori di ricerca saranno destinati ai dipartimenti di Scienze Molecolari e Nanosistemi e di Scienze Ambientali, Informatica e Statistica. 

«Credo che l'università debba coservare le sue tradizioni delle sicenze umane, delle lingue e della letteraura - commenta il rettore Michele Bugliesi - ma allo stesso tempo non può sottrarsi alle sollecitazioni della modernità ed essere più sfaccettata dal punto di vista della digitalizzazione, della ricerca e della sostenibilità puntando quindi sulle scienze dell'ambiente, le scienze digitali e dei nanomateriali e l'ingegneria fisica che per la prima volta viene proposta all'interno del programma di Ca' Foscari».  

Sempre nel campus scientifico verrà realizzato anche una nuova residenza studentesca di cinque piani per un totale di 8200 mq che avrà al suo interno 32 mini alloggi, 23 camere doppie e 32 camere singole per un totale di 142 posti letto. L'investimento per questa struttura è stato di 15 milioni di cui 4,5 convenzionati dal MIUR e l'inaugurazione è prevista per l'inizio dell'anno accademico 2022/2023. Verrà anche realizzato con un investimento di 6,5 milioni, un ulteriore edificio polifunzionale di due piani destinato a uso di mensa, refettorio, spazi per attività sportive (spogliatoi, palestra e attività di voga). I lavori saranno avviati nel 2022. 

Venezia: una nuova residenza studentesca a San Giobbe

Il più esteso campus universitario in centro storico diventa ancora più grande grazie alla realizzazione di una nuova residenza studentesca di 6600 mq per un totale di 229 posti letto. Tra stanze singole, stanze doppie e arre comuni per la cucina, la socializzazione e lo studio, la nuova casa dello studente di Venezia vuole dare la possibilità ai nuovi cafoscarini di poter alloggiare all'interno di un polo didattico e vivere l'esperienza di studio a Ca' Foscari a 360 gradi. Con il rispetto dell'architettura veneziana, le difficoltà di costruire in una città che si regge sull'acqua e i problemi legati al Covid i lavori stanno procedendo e, anche qui, non manca un'attenzione particolare alla sostenibilità ambientale e alla classe energetica A2 per un risparmio energetico notevole. 

Così, l'università Ca' Foscari Venezia diventa una struttura sempre più ampia e inserita nel tessuto didattico ed economico cittadino in grado di mutare di pari passo con quella contemporaneità di cui vuole essere testimone ed esponente principale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ca' Foscari si amplia: investimenti da 160 milioni per il campus di Mestre e San Giobbe

VeneziaToday è in caricamento