menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riapre la biblioteca di Forte Marghera, 27 postazioni singole e plexiglass sui tavoli

Sabato 23 maggio torna disponibile al pubblico il centro studi dopo lavori di ristrutturazione dell'intera area del Forte

Domani 23 maggio riapre la biblioteca del centro studi per la valorizzazione delle architetture militari e dei sistemi difensivi del Forte Marghera. Dopo i lavori di ristrutturazione che hanno riguardato l'intera area, tra cui anche la realizzazione di un ponte ciclo pedonale di collegamento con via Torino e l'area universitaria, il Forte, così come tutte le sue strutture, tornano a essere fruibili al pubblico. 

«Finalmente si riparte ed è una riapertura molto importante e significativa perché è la prima biblioteca che riapre al pubblico le proprie sale consentendo lo studio e le lettura in sede - spiega l’assessore alla coesione sociale Simone Venturini -. Contrariamente alle altre 17 biblioteche della Rete, nella biblioteca del Forte non si effettua il prestito e i libri possono essere isolati da ogni possibile contatto non pianificato con l’utente. Questa riapertura, contestuale a quella del Forte stesso, è un segnale molto importante per la città».

Forte Marghera riapre al pubblico, restauri da 15 milioni di euro

«Venezia sta tornano a vivere - commenta il sindaco Luigi Brugnaro -. Giorno dopo giorno si alzano sempre più saracinesche e ora è il momento di aprire anche Forte Marghera, luogo che in questi ultimi anni abbiamo voluto far tornare al suo splendore originario e che ora, conclusi anche alcuni importanti interventi di asfaltatura, è pronto ad accogliere anche i ragazzi che vogliono utilizzarne gli spazi per studiare. Venezia non si ferma e vuole fare in modo che, appena possibile, tutti possano tornare a viverla in sicurezza». 

27 posti numerati e distanziamento sociale

I posti disponibili saranno 27, tutti numerati, nella piena osservanza del distanziamento di almeno un metro tra persona e persona. Per una maggiore sicurezza sono stati installati dei pannelli in plexiglas sui tavoli dove sono previsti 2 posti a sedere, uno alternato all’altro a debita distanza. All’ingresso in biblioteca, l’utente, che riceverà un numero corrispondente al posto assegnato, è tenuto al rilevamento della temperatura, a firmare un’autocertificazione relativa al suo stato di salute, ad igienizzare le mani con il gel messo a disposizione e ovviamente a indossare la mascherina. In base ai numeri dell’affluenza del servizio si valuterà se procedere con un sistema di prenotazione delle postazioni di studio.

Gli orari di apertura

Gli orari di apertura saranno da martedì a domenica compresi, dalle 14.00 alle 21.00 (lunedì chiusi). 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento