San Donà, cittadini e imprese possono dichiarare i danni subiti dal maltempo

Il Comune invita privati, attività produttive, attività agricole e enti privati non commerciali a segnalarli entro il 23 novembre insieme alla quantificazione economica degli stessi

Foto: il maltempo che ha colpito San Donà il 29 e 30 ottobre

I danni subiti a causa dell'ondata eccezionale di maltempo il 29 e 30 ottobre scorsi possono essere segnalati, a comunicarlo è il Comune di San Donà di Piave. «Si rende necessario avviare una ricognizione e una stima dei danni subiti da parte di privati, attività economiche e produttive, attività agricole-zootecniche e enti privati non commerciali- scrive l'amministrazione - nonché del fabbisogno necessario a coprirli».

Termini e riferimenti

Si invitano le persone che rientrano in queste categorie a presentare, al protocollo comunale, il prima possibile e comunque entro le 12 del 23 novembre apposita segnalazione in merito. «La comunicazione, che potrà essere redatta sul fac-simile allegato, dovrà contenere, oltre ai dati identificativi del soggetto richiedente, una quantificazione economica suddivisa per danni a beni immobili, beni mobili registrati e beni mobili, ovvero attrezzature e impianti di produzione (se trattasi di danni alle attività produttive), oltre a quanto sopra è richiesta ampia documentazione fotografica dei danni subiti. Si precisa che le segnalazioni sono prodotte ai fini della ricognizione del fabbisogno per il ripristino dei danni subiti dal patrimonio privato e delle attività economiche-produttive e non costituiscono riconoscimento automatico di eventuali contributi a carico della finanza pubblica per i ristori. Per eventuali chiarimenti o indicazioni, rimane a disposizione il geometra Sandro Antonelli tel. 0421.590504 nel normale orario d'ufficio».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

Torna su
VeneziaToday è in caricamento