rotate-mobile
Attualità

Terna entra nella Fondazione Venezia capitale della sostenibilità

Il gestore della rete elettrica nazionale contribuirà con idee e progetti alla transizione green della città

La società Terna, che gestisce la rete elettrica nazionale, entra a far parte della Fondazione capitale mondiale della sostenibilità. «Vogliamo dotare Venezia di un nuovo modello di sviluppo - spiegano dalla società - che sia moderno ed efficiente, all'insegna dell'innovazione e dell'energia pulita». Proprio nell'ambito della transizione green, Terna ha previsto investimenti per 10 miliardi di euro nel piano industriale 2021-2025: una strategia mirata «all’integrazione delle fonti rinnovabili non programmabili, all’elettrificazione dei consumi, all’incremento della sicurezza e della resilienza del Paese».

Per Renato Brunetta, presidente della Fondazione, «le città hanno un ruolo importante nella riduzione delle emissioni di gas serra: sono convinto che la partecipazione di Terna sarà strategica per migliorare la qualità di vita della città e del territorio. L’utilizzo delle rinnovabili ci permette di dotarci dell’energia di cui abbiamo bisogno per le nostre attività giornaliere, senza compromettere il futuro delle generazioni a venire». Francesco Del Pizzo, direttore strategie di sviluppo rete e dispacciamento di Terna, aggiunge: «Siamo particolarmente lieti di aderire alla Fondazione e di poter mettere in campo le nostre competenze al fine di raggiungere gli obiettivi di sostenibilità individuati per la città. Terna si pone da sempre l’obiettivo di coniugare il proprio know how in ambito tecnologico e nello sviluppo delle reti con un approccio sostenibile a 360 gradi».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terna entra nella Fondazione Venezia capitale della sostenibilità

VeneziaToday è in caricamento