rotate-mobile
Cronaca

Liquidati i primi risarcimenti a 292 soggetti danneggiati dall'acqua alta di novembre

Una tranche da 850mila euro destinati in parte a cittadini privati e in parte ad attività economiche. Il sindaco Brugnaro invita tutti a rendicontare il prima possibile i danni: «Pagheremo a stralci»

Con la firma del sindaco Luigi Brugnaro (in veste anche di commissario per l'emergenza) è stata approvata la liquidazione di un primo stralcio di contributi ai soggetti che sono stati danneggiati dalle acque alte di novembre, in parte nuclei familiari e in parte attività economiche. Sono istruttorie che si sono concluse con esito favorevole e sono le prime a venire pagate, 79 giorni dopo il termine delle richieste. Brugnaro ha spiegato: «Liquidiamo le somme ai primi 215 privati e alle prime 77 attività economiche, produttive, sociali e di culto che hanno visto definirsi positivamente la loro rendicontazione». Saranno pagati 854.142,88 euro, di cui 317.120,48 euro per i privati e 537.004,40 euro per le attività economiche: ecco la lista in pdf dei soggetti liquidati.

«È una prima partenza - aggiunge Brugnaro -. Ringrazio la squadra di 30 persone che, anche in queste settimane di emergenza coronavirus, continua a lavorare senza sosta per dare risposte ai cittadini e sveltire le procedure. Ricordo che, per la prima volta in Italia, con l'ultima ordinanza approvata diamo la possibilità ai danneggiati di essere risarciti a stralci, non appena forniscono ricevute e scontrini per almeno il 30% del totale delle spese ammesse a rimborso. Invito quindi tutti a rendicontare il prima possibile i danni subiti, i soldi ci sono e verranno stanziati subito. Nelle prossime settimane proseguiremo, infatti, con le liquidazioni».

L'erogazione dei contributi segue una istruttoria precisa, a garanzia dell’imparzialità e della trasparenza dell’attività della struttura commissariale, che viene svolta in modalità completamente telematica attraverso un applicativo realizzato dalla società in house Venis Spa, suddivisa in 5 passaggi:

  • fase pre-istruttoria;
  • fase istruttoria;
  • fase di validazione;
  • fase di approvazione, pubblicità degli atti e liquidazione dei contributi;
  • fase dei controlli (in collaborazione con la guardia di finanza).

Il decreto firmato è disponibile sul sito del commissario all'emergenza per l'acqua alta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liquidati i primi risarcimenti a 292 soggetti danneggiati dall'acqua alta di novembre

VeneziaToday è in caricamento