Sorpresi in auto con le armi: «Non erano nostre», restano in carcere

I due veneziani fermati a Mira nei giorni scorsi davanti al gip. Arresti convalidati

La squadra mobile di Padova teneva d'occhio uno di loro da tempo. Gli agenti ipotizzavano che detenesse delle armi e quando giovedì sera lo hanno fermato, insieme a un amico, i loro sospetti hanno trovato un riscontro. M.R., 45enne di Mira, in auto aveva tre pistole con matricole parzialmente abrase e relativo munizionamento, un coltello con lama di oltre dieci centimetri e un dispositivo taser. Nell'auto c'era anche M.F., coetaneo di Vigonovo. 

Gli interrogatori

A casa di M.R. la polizia ha trovato anche sette grammi di cocaina e un bilancino di precisione. Entrambi sono stati arrestati e lunedì mattina sono comparsi di fronte al gip del tribunale di Venezia per la convalida. M.F. ha detto al giudice di non sapere nulla delle armi, mentre M.R. si è difeso sostenendo che le deteneva per conto di altre persone. Versioni che non hanno convinto il gip, che ha deciso di convalidare gli arresti e disporre nei confronti di entrambi la custodia in carcere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'estorsione

Sempre lunedì mattina il giudice ha convalidato anche l'arresto di G.T., 49enne originario di Palermo e residente a Chioggia che qualche giorno fa era stato fermato dai carabinieri mentre minacciava di morte un compaesano in strada, a Sottomarina. L'uomo aveva chiesto alla vittima la restituzione del denaro prestato a gennaio, pari a circa mille euro, oltre a interessi pari a tremila euro. Un vero e proprio tentativo di estorsione, secondo i carabinieri che già qualche tempo fa avevano raccolto la segnalazione della presunta vittima. Il 49enne di fronte al giudice è rimasto in silenzio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zaia: «Vicenda di Jesolo inconcepibile, certe aggregazioni sono un danno sanitario»

  • Polemiche su tre consiglieri leghisti per la richiesta del bonus Inps da 600 euro

  • Chiusura del raccordo da Venezia verso la tangenziale di Mestre

  • Noale in lutto, è morto a 29 anni il consigliere comunale Damiano Caravello

  • Noto albergatore di Jesolo muore in un incidente stradale

  • Rapina una 15enne, la minaccia con delle forbici e la molesta sessualmente: denunciato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento