menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il coinquilino sorpreso con la droga al bar, in casa trovano la "scorta"

Un 37enne marocchino arrestato dai carabinieri perché nel giubbotto in appartamento aveva due panetti da 90 grammi totali di hashish

Deve ringraziare uno dei coinquilini se i carabinieri gli hanno stretto le manette attorno ai polsi. B.B., 37enne di nazionalità marocchina residente in un appartamento di Cavarzere, era infatti tranquillo nella sua abitazione. Non pensava che di lì a poco mercoledì pomeriggio i carabinieri avrebbero suonato al campanello per una perquisizione. Tutta colpa di un controllo delle forze dell'ordine in un bar di Boscochiaro, località cavarzerese.

A un certo punto i militari si avvicinano ad alcuni avventori, mentre uno di loro, sempre di nazionalità marocchina, veniva visto cercare di gettare via qualcosa nel bagno. Era dell'hashish. Per questo i carabinieri hanno deciso di estendere le ricerche, perquisendo l'abitazione in cui le persone controllate risiedevano. Mercoledì pomeriggio, quindi, gli accertamenti in via Rovelli. In un appartamento mansardato al secondo piano di un condominio. Nel giubbotto del 37enne arrestato sono stati sequestrati due panetti di hashish da circa 90 grammi totali e in più cinque dosi di cocaina.

Nella camera di un suo connazionale di 35 anni (poi denunciato) i militari hanno invece trovato due dosi di hashish sotto una tovaglia e una dose di cocaina nel portafoglio. Con in più 390 euro in contanti, requisiti perché ritenuti provento di spaccio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riaperture, Zaia non esclude novità dopo il "tagliando" del Governo del 20 aprile

  • Cronaca

    Avm, per la commissione di garanzia la disdetta normativa è corretta

  • Cronaca

    Msc conferma due navi da crociera a Venezia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento