menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Drogava gli anziani concittadini per derubarli, chioggiotta in arresto

È stata colta in flagrante dalla polizia nel pomeriggio di venerdì. Diversi gli episodi di cui è sospettata, approfittava dei più deboli per raggirarli

Approfittava di uomini anziani e soli per derubarli senza farsi il minimo scrupolo. Arrivando, in certi casi, addirittura a picchiarli. Ma non poteva andare avanti all'infinito la carriera criminale di B.M., quarantunenne di Chioggia, ma senza fissa dimora e disoccupata, "specializzata" nei furti ai concittadini: finalmente venerdì è stata colta in flagrante dagli uomini del commissariato locale, che hanno sorpreso la donna mentre prelevava allo sportello delle Poste di corso del Popolo con un bancomat sottratto alla sua ultima vittima.

A finire nella sua trappola un pensionato vedovo di 77 anni, che nei mesi scorsi aveva accettato la proposta della donna di fargli da assistente domestica. Si è scoperto che lei ne approfittava per sottrargli soldi e gioielli, in alcuni casi facendo ingerire all'anziano dei tranquillanti per metterlo in condizioni di non nuocere. Venerdì l'uomo si è reso conto però di essere stato derubato della sua carta Bancoposta, notando alcuni prelievi che lui non aveva mai eseguito e decidendo quindi di avvertire il 113. I poliziotti hanno individuato la 41enne dapprima dalle immagini delle telecamere dell'ufficio postale, poi direttamente allo sportello grazie a un appostamento. Addosso le sono stati trovati circa cento euro, ma il frutto delle sue malefatte potrebbe essere anche di migliaia di euro.

Diversi gli episodi a lei attribuiti: a carico della signora figurano svariate denunce a piede libero sempre per reati contro il patrimonio, almeno in un caso un paio d'anni fa avrebbe usato anche la violenza. Tra le sue vittime persone di una certa età, deboli a sufficienza da non essere in grado di difendersi. Le voci su di lei in città si rincorrono da tempo, specie tra i figli delle persone raggirate. In realtà la situazione non è emersa immediatamente, anche perché spesso gli episodi potevano essere fonte di imbarazzo. Per lei sono scattate le manette, il processo per direttissima è previsto per lunedì.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento