Donna picchiata, minacciata e isolata per anni. Arrestato il compagno

I carabinieri hanno portato in carcere un 39enne. La coppia abitava a Mirano

I carabinieri hannno scoperto un nuovo caso di violenza domestica ai danni di una ragazza di Mirano che per anni ha subìto le vessazioni del convivente. Alla fine lui, 39enne di origini marocchine, è stato arrestato e portato in carcere.

Anni di violenze

Solo nei giorni scorsi la donna, al culmine dell'ennesimo episodio, è riuscita a lanciare un messaggio di aiuto: così i militari della compagnia di Mestre l'hanno raggiunta e accompagnata nella stanza della sede di via Miranese dedicata all'audizione di donne vittime di violenza, ascoltando la sua storia. Nel corso degli anni sarebbe stata vittima dei continui comportamenti violenti e vessatori da parte del compagno, con il quale aveva avuto un figlio (ora di 2 anni) e conviveva a Mirano. «Umiliata e minacciata pesantemente - comunicano i carabinieri - e percossa a più riprese, era stata indotta a non denunciare le violenze né a ricorrere alle cure mediche». Di fatto era stata «costretta ad un isolamento sociale: non poteva vedere né sentire i parenti, gli amici ed i conoscenti. La gelosia morbosa dell’uomo aveva creato una gabbia impenetrabile attorno al nucleo familiare».

Carcere

In seguito alla denuncia, il giudice è stato informato della situazione e ha disposto il trasferimento della vittima e del figlio in un luogo protetto. Le successive indagini hanno accertato le violenze e le persecuzioni, comprese una serie di minacce inviate via messaggio sul cellulare. Ieri pomeriggio il violento è stato portato in carcere, in aggravamento della precedente misura di divieto di avvicinamento alla donna (ovviamente non rispettato).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento