menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minacce ai genitori, voleva i soldi per giocare: 49enne ludopatico portato in carcere

Il fatto a Salzano. Due interventi dei carabinieri nel giro di una settimana. L'uomo se la prendeva con gli anziani, il primo ammonimento non lo aveva fatto desistere

È stato necessario ricorrere alla misura cautelare del trasferimento in carcere. Perché lui, 49enne residente a Salzano, non si era fermato di fronte ad un primo ammonimento emanato nei suoi confronti appena una settimana prima. Così nel pomeriggio di martedì i carabinieri lo hanno raggiunto e arrestato.

L'uomo si era infatti reso responsabile di una serie di maltrattamenti in famiglia. Pressanti richieste di denaro agli anziani genitori, accompagnate da minacce di morte, per riuscire ad avere i soldi che gli servivano a mantenere il suo costoso vizio di giocare alle macchinette. Anche perché, essendo disoccupato, probabilmente non avrebbe potuto permetterselo di tasca propria. I genitori, giunti allo stremo, hanno deciso di rivolgersi alle forze dell'ordine la settimana scorsa. Per questo motivo il ludopatico era stato oggetto di provvedimento di allontanamento dalla casa familiare.

Lui però nei giorni successivi ha continuato a presentarsi nell'abitazione, perseverando con le sue condotte. Tanto che i poveretti, spaventati dall'idea che il figlio potesse arrivare ad aggredirli fisicamente, non hanno potuto far altro che chiamare nuovamente il 112. A quel punto, richiesta al giudice e ottenuta l'applicazione della nuova misura cautelare, l'uomo è stato raggiunto dai militari della stazione di Noale e condotto in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento