menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza migranti, posti esauriti: "Sindaci, datevi da fare di più"

Martedì pomeriggio riunione tra i prefetti del Veneto per coordinare l'urgenza di trovare nuovi posti letto: "Gli enti locali ci agevolino"

"I sindaci e i Comuni devono fare di più". Si rinnova l'appello del prefetto Domenico Cuttaia per riuscire a "scovare" ulteriori posti letto per far fronte all'emergenza immigrazione, visto che continuano (con esiti talvolta tragici) gli sbarchi di migranti sulle coste del Meridione. Martedì pomeriggio in Prefettura si è tenuto un incontro tra i prefetti del Veneto per esaminare non solo i temi riguardanti l'accoglienza, ma anche l'ordine pubblico. Se sul primo fronte c'è molto da lavorare, sul secondo, visto l'allarme terrorismo, si è preso atto dello sforzo coordinato delle varie forze dell'ordine per stringere le maglie dei controlli, in modo anche da prevenire l'infiltrazione di organizzazioni malavitose o la commissione di reati particolarmente sentiti dalla popolazione, come furti e rapine, o anche la contraffazione.  

Sul fronte immigrazione, invece, le strutture messe a disposizione dalle associazioni di volontariato e da alcuni albergatori sono da tempo esauriti. Dunque, in vista di nuovi arrivi, serve trovare una soluzione alternativa, per rispettare l’intesa sottoscritta il 10 luglio 2014 in sede di Conferenza Unificata Stato-Regioni, Stato-Città e autonomie locali. A ogni provincia è stato assegnato un numero di migranti calcolato in base alla popolazione complessiva, dunque è presumibile che altri rifugiati possano raggiungere il Veneziano.

"Visto che da inizio 2014 non si è verificato alcun episodio criminoso con protagonisti migranti ospitati - dichiara Ca' Corner - si è deciso di proseguire sulla stessa linea finora seguita". Dunque alloggi "diffusi", in modo da non creare concentrazioni che possano creare problemi o allarme tra i residenti. "Una strategia che però necessita di una più incisiva collaborazione da parte degli enti territoriali - continua la prefettura - Viene rivolto un vivo appello ad allargare le disponibilità di accoglienza, allo scopo di raggiungere la quota a suo tempo assegnata al nostro territorio. Gli enti locali ci agevolino questo compito".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento