menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
© Mattia Balsamini

© Mattia Balsamini

Coraggiosa, vitale, campionessa: Bebe Vio è stata nominata italiana dell'anno

Settima edizione di "Italiano dell'anno", Famiglia Cristiana ha fatto ricadere la sua scelta sulla giovane campionessa di fioretto paralimpico. Zaia: "Bebe indica la giusta strada"

Famiglia Cristiana ha scelto Bebe Vio per la settima edizione di "Italiano dell'anno", riconoscimento che il settimanale assegna a un personaggio  che si è distinto durante l'anno per le imprese raggiunte e i valori esemplari che ha rappresentato a beneficio della collettività.

La scelta è caduta su di lei, spiega il direttore di Famiglia Cristiana Antonio Rizzolo, "per la sua vitalità esplosiva, per il suo coraggio e perfino il gusto di accettare le sfide che la vita le ha posto davanti". La campionessa paralimpica ha rivoluzionato "qualunque idea preconcetta sulla disabilità" e ha mostrato a tutti che un dramma può diventare occasione di rinascita. "Il 2017 - ha commentato Bebe, - mi riporterà alla normalità. Non solo perché devo concentrarmi e riprendere ad allenarmi, ma anche perché mi aspetta un passo importante: vado a vivere da sola e comincio a lavorare. Non nascondo le mie protesi".

"Con la sua vita e le sue sfide Bebe Vio ha indicato la strada giusta a tutti noi - ha commentato il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia - Condivido in tutto e per tutto la scelta di Famiglia Cristiana e aggiungo che questa ragazza incarna un messaggio planetario e non a caso, non solo le sue imprese sportive, ma anche il suo sorriso e la sua contagiosa voglia di vivere hanno fatto il giro del mondo. Per noi veneti - prosegue - è un motivo di orgoglio in più. Bebe è figlia della nostra terra e, in giro per il mondo, ha espresso il meglio di un popolo: valori come la famiglia, la solidarietà, la forza d’animo, il coraggio, la voglia di farcela a prescindere da tutte le avversità, la serenità con cui sa vivere la sua meritata notorietà, la maturità con la quale guarda al futuro mettendo in evidenza il fatto che inizierà a lavorare e andrà a vivere da sola".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento